Utente
Salve,mi rivolgo a voi per un problema anzi un dolore che porto avanti da circa una settimana e che non riesco mio malgrado a superarlo!Il mio cagnolino di 11 anni ha avuto un attacco di pancreatite acuta, nonostante le cure nel giro di una settimana se n'è andato per sempre.
Vederlo soffrire è stata una delle esperienze più brutte della mia vita.
So che questo problema a primo impatto potrebbe risultare ridicolo, poco rilevante tuttavia non riesco a dimenticare questo mio piccolo ma grande compagno di viaggio, così dolce,affettuoso,tenero e tanto affezionato a me!Ho un dolore che continua a perseguitarmi,la sua immagine mi continua ad apparire e tutte le volte che questo accade non riesco a trattenere il pianto.Sento un vuoto incolmabile dentro di me, non so nemmeno se prendere un altro cucciolo mi possa aiutare perchè ho paura di provare lo stesso dolore!Chiedo solamente qualche consiglio e un pò di conforto...come faccio a superare tutto questo? Grazie per la disponibilità e pazienza, saluti.

[#1]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Gentile ragazzo
Perdere un animaletto da compagnia può essere un'esperienza molto dolorosa. In fondo ciò che divide noi dagli altri mammiferi è "solo" una corteccia cerebrale più efficiente, che ci dà la parola e la capacità di pensare in modo logico. Infatti, come si dice, a volte sembra che al nostro cane che ci guarda manchi solo la parola.

Perciò non devi sentirti imbarazzato o ridicolo se stai provando questo dolore per la perdita del tuo animale.

Quando ero bambino, ricordo di essere passato per ciò che senti tu adesso quando morì un pappagallino che tenevo in gabbia, e che avevo da poco più di tre anni. Ricordo che con mio padre lo "seppellimmo" nel fiume vicino casa, l'Arno, dopo averlo avvolto in un sacchetto di plastica.

So che in questo momento il dispiacere sembra come se non dovesse passare mai, ma vedrai che con il tempo riuscirai a superarlo.

Nel frattempo, ti suggerisco un piccolo compito da fare ogni sera, prima di addormentarti. Richiama alla memoria tutti i ricordi che hai dei momenti passati insieme al tuo cane, ed è importante che tu richiami sia quelli brutti che quelli belli. Fai questo ogni sera, incorniciando mentalmente tutte queste scene come se fossero dei quadri, e fai come se li disponessi tutti in una galleria. Torna a visitare la tua galleria dei ricordi ogni sera, aggiungendo nuove immagini via via che ti verranno in mente. Questo ti aiuterà a superare il dolore.

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#2]  
Dr.ssa Gaia Venturini

24% attività
0% attualità
8% socialità
MANTOVA (MN)
VOLTA MANTOVANA (MN)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
la sofferenza non è mai ridicola, anche se è rivolta alla morte di un animale.
D'altronde, vista la tua giovane età, immagino che questo cagnolino ti abbia fatto compagnia per la maggior parte della tua vita... è come se un po' foste cresciuti insieme.

Ma vedrai che questo dolore tra un po' di giorni si affievolirà, per lasciare il posto ad una piacevole nostalgia fatta dei ricordi dei momenti passati con il tuo amico a 4 zampe.

Cordialmente
Dr.ssa Gaia Venturini
gaiaventurini@fastwebnet.it

[#3]  
Dr.ssa Lara Catanese

24% attività
4% attualità
12% socialità
LOANO (SV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Cara amica, ti rispondo come psicologa e persona "innamorata" del mondo animale e ovviamente del proprio cane.
A volte il dolore per la perdita di questi nostri amici e forte e pungente, esattamente come quello legato alle persone. Non sentirti "ridicola", ma esprimi la tua sofferenza, soprattutto a chi conosceva il rapporto che avevi con il tuo cagnolino. Spesso i legami con gli animali sono profondi e fatti di una empatia unica e di un amore incondizionato. Per questo quando ci mancano ci sentiamo vuoti e deprivati. Il loro amore è immenso e chi riesce, come sei riuscita te, a vivere un rapporto così, è ricco di un dono meraviglioso.
Da un punto di vista psicologico, aggiungerei un altro aspetto che talvolta ho riscontrato nelle grandi sofferenze legate alla perdita di un affetto. Riguarda la difficoltà nelle separazioni affettive, su questo è utile fare un percorso di psicoterapia che può aiutare a conoscerci e a gestirle meglio.
Dr.ssa Lara Catanese
Psicologa-Psicoterapeuta
www.loanopsicologia.it www.nonpartoditesta.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille delle risposte, mi ha fatto piacere poter condividere questo dolore e poterne parlare...molte volte risulta difficile.
Il dolore è grande e la ferita è ancora aperta, non so quando passerà perchè tutte le volte che penso a lui ritorno a piangere!
Grazie a tutti,davvero!