Fratello e sorella

volevo chiedere un parere/aiuto su una questione che mi sta tormentando....vi spiego la mia storia: io ho un fratello gemello e da quando eravamo bambini facevamo dei "giochi " sessuali che consistevano nelle strusciarsi con conseguente piacere e all'incirica verso i 9/10 anni io,dato che evidetemente mi ero resa conto che era una cosa sbagliata, gli dissi che non andava detto a nessuno e lui mi disse che andava bene. Il problema sta nel fatto che l'abbiamo fatto fino verso ai 12/13 ( io oggi ne ho 18), perche fino agli 11 anni cosi alla fine eravamo bambini e quini non ci rendevamo tanto conto di quello che stavamo facendo ne della gravità della cosa...ma dopo si. E' vero che a 12 anni non siamo adulti maturi e responsabili, ma le cose si capiscono e soprattutto quella cosa si capiva anche perche io mi ricordo che tutte le volte che lo facevo dicevo che sarebbe stata l'ultima ma poi risuccedeva ( non ci siamo mai spinti oltre lo strusciarsi e sarà successo circa 2 volte che lo abbiamo fatto seminudi perche si voleva provare il contatto corpo-corpo) . Abbiamo smesso perche io ho fatto una promessa a 13 anni che non sarebbe piu successo e cosi è stato. Però io ora mi sento veramente una persona terribile, colpevole di una delle cose piu brutte del mondo, ovvero l'incesto: Vi giuro mi sento malissimo, mi odio e non so come uscirne, penso che sono una delle persona piu mostruose del mondo e non riesco piu a condurre una vita serena...sto andando da un psicologo da 2 mesi ma le cose non mi sembrano molto migliorate. Aspetto un vostro parere, grazie mille e cordiali saluti.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile jutente,

la decisione di andare dallo psicologo (è anche psicoterapeuta?) è saggia e può aiutarLa nell'elaborare i sensi di colpa che prova verso i comportamenti sessuali di quando era preadolescnte.

Va anche osservato che nell'età preadolescenziale
si è curiosi,
si è attratti dal funzionamento del corpo,
si fanno prove...
Tutto ciò fa parte del crescere.

Col proprio fratello c'è confidenza
e dunque può succedere
nonostante l'attenzione vigile dei genitori.

Va dato atto alla Sua forza di volontà,
che L'ha aiutata a smettere quando Lei - a 13 anni - ha deciso;
e che La aiuterà nel percorso terapeutico appena intrapreso.

"Percorso" dicevo, non miracoli immediati.
E dunque costanza, pazienza, fiducia, speranza.

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie mille!! Non so se è anche psicoterapeuta, dato che mi è stato consigliato da una amica e non ho molte informazioni sul suo conto,dato che non è scritto all'albo degli psicologi. All'inizio infatti ero preoccupata non fosse un vero psicologo, pero poi ho trovato su internet qualche sua informazione quindi penso che lo sia, anche se non mi spiego come mai non sia scritto all'albo...
comunque grazie davvero, spero di poterne uscire anche perche ho solo 18 anni,voglio vivere la mia età non continuando a tormentarmi e a stare male per questa cosa che comunque fa parte del mio passato...
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103

Gentile utente,

se lui non è iscritto all'Albo è un fatto preoccupante,
perchè significa che NON è psicologo.
Riprovi con questo link: https://areariservata.psy.it/cgi

Tra psicologo e chi non lo è
ma si dichiara Life coach, mental coach, counselor e vari altri escamotages,
ecco alcune differenze sostanziali:

Lo psicologo ha a monte una laurea specifica e, se psicoterapeuta, anche altri 4 anni di specializzazione. Più vari mesi di tirocinio presso strutture pubbliche o accreditate.
E' iscritto a un Albo pubblico ufficiale nazionale https://areariservata.psy.it/cgi ;
le prestazioni che fa sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi
proprio perchè sono prestazioni sanitarie riconosciute coma tali dallo Stato italiano.

Il Life coach, counselor e vari, non ha nessuna delle caratteristiche suddette,
non ha nessun riconoscimento ufficiale da parte dello Stato, di nessun tipo,
non fa dunque prestazioni sanitarie (detraibili),
e la persona che si mette nelle sue mani lo fa a proprio rischio e pericolo.
Noi psicoterapeuti spesso dobbiamo raccoglierne ... i cocci.
La legge prevede norme severe per l’abuso della professione psicologica.

E dunque una volta appurato che lui non lo sia,
cambi persona e si faccia seguire da un VERO psicologo, anche psicoterapeuta (cioè in grado di curare e abilitato a farlo).

Ci faccia sapere.

Saluti cordiali.

[#4]
dopo
Utente
Utente
a me sembra che comunque se ne intenda e mi sembra una persona corretta, anche se riceve in casa e non mi fa la ricevuta...non so che fare aiuto! piu che altro perche ormai ho iniziato un percorso e se andassi da un altra persona dovrei ricominciare tutto da capo. Lo psicologo mi ha detto che ha preso la laurea in francia quindi può darsi che non sia iscritto all'albo per questo?? comunque per trovare uno psicologo adatto a me che tipologia dovrei cercare, nel senso specializzato in cosa? adolescenza roba cosi o va bene uno psicologo qualunque? Scusi se le pongo queste domande un po banali ma ho solo 18 anni e non ho mai parlato con nessuno di questa cosa e i miei genitori sanno che vado dallo psicologo ma con loro non parlo molto di questo e quindi sono un po impreparata....grazie mille!
[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103

Basterebbe come primo passo che fosse PSICOLOGO!
Specializzato in PSICOTERAPIA.
Se lui avesse preso veramente la laurea in Francia avrebbe tutto l'interesse a chiedere la convalida in Italia, non crede?
Eviterebbe grossi rischi.

Ed inoltre, proprio perchè
riceve in casa,
non rilascia alcuna ricevuta,
non avrà - immagino - nessuna targa all'esterno...
Lei non ha alcuna protezione
e nessuna garanzia sulle di lui competenze,
e dunque nemmeno sulla riuscita della terapia (che lui peraltro non può fare se non è psicoterapeuta).

In alternativa Lei può andare dallo psicologo/a del Consultorio, Spazio giovani,
pagando solo il Ticket.
Oppure presso un "vero" psicologo privato, che sia anche psicoterapeuta,
da verificare sull'Albo.
Non creda che la tariffa sabbe necessariamente maggiore...

Non dovrebbe affatto cominciare da capo
perchè Lei si presenta con il punto in cui è attualmente.





[#6]
dopo
Utente
Utente
prima di andare da questo psicologo, sono andata al consultorio ma non mi sono trovata molto bene e quindi su consiglio di una mia amica ho cambiato. Scusi la domanda non molto bella, ma quanto costa piu o meno in media uno psicologo iscritto all'albo? perche io pago ora 40 euro, ma se in effetti non è un vero psicologo sono 40 euro buttati al vento...l'unica cosa è che io sono sempre una studentessa e quindi non lavoro, e quindi mi dispiace gravare sulle spalle dei mie genitori con le spese dello psicologo ed è per questo motivo che ho aspettato tanto prima di andare, e se venisse a costare molto non so se me lo potrei permettere...
[#7]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103

Provi a contattare via mail o telefonicamente i Colleghi psicologi di questo sito che esercitano nella Sua città (vedo che sono parecchi), linkando/citando il presente consulto
e chieda una tariffa di favore.

In questo sito qualifiche e titoli professionali sono dichiarati pubblicamente,
nonchè verificati preventivamente dall'amministratore, stia tranquilla...

Ci faccia sapere, Le raccomando!



Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio