Utente 584XXX
Salve, io sono una studentessa diciottenne di liceo classico prossima alla maturità ed alla scelta universitaria.

Sono una persona abbastanza ansiosa, durante i miei primi anni da liceale ero solita ad avere almeno un attacco di panico al giorno, negli ultimi due anni ho imparato a gestire questa situazione da sola non mostrando questa mia debolezza a nessuno, sfogandomi in altri modi (per esempio pizzicandomi/grattandomi le spalle, manifestandolo con il corpo o piangendo).

Ora sono ben consapevole di essere particolarmente stressata siccome sto studiando sia per la maturità che per il test d'ingresso all'università, ma non so se quest'ultimo particolare possa essere d'aiuto.

Nella mia vita sono sempre stata attratta dai ragazzi pur non avendo mai intrapreso una relazione sentimentale o avendo avuto un rapporto sessuale (non sono mai stata interessata all'amore) ma è da due o tre giorni che mi interrogo sulla mia sessualità provando dell'ansia assurda seppur non motivata, mi è capitato di trovare belle delle ragazze (come normale che sia) e chiedermi "sono lesbica?
" Questo pensiero è una costante nella mia mente e non capisco perchè.

Credo possa essere il fatto di non essere a mio agio nel mio corpo (sono cicciottella a causa di qualche problema alla tiroide) ma comunque non so darmi risposta.
Il problema principale non è la mia possibile sessualità ma tutta l'ansia che mi accompagna mentre me lo chiedo.


Spero in dei chiarimenti,
Grazie mille.

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

come saggiamente Lei osserva
"..Il problema principale non è la mia possibile sessualità ma tutta l'ansia che mi accompagna..",
per cui è quest'ultima che va curata:
l'ansia.

Francamente non mi sembra che abbia
"imparato a gestire questa cosa da sola"
se le manifestazioni sostitutive sono queste:
"pizzicandomi/grattandomi le spalle, manifestandolo con il corpo o piangendo.."
e se ora è comparso un ulteriore sintomo: un pensiero ingombrante rispetto all'orientamento e che Le arreca ulteriore ansia.

Lo stress accentua tali manifestazioni,
ma ancore ne deve passare del tempo prima dell'esame di maturità
e dunque prima che lo stress si concluda.

La incito a prendere contatto al più presto con una Psicologa Psicoterapeuta che la aiuti in questa fase.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/