x

x

Desiderio di avere un fidanzato

Salve, sono una ragazza di 27 anni e vi espongo il mio malessere in merito ad una tematica che può risultare banale e sciocca per molti, ma a me purtroppo genera malumore.

Come già detto, ho 27 anni, studio e lavoro, ho amici/amiche che mi vogliono bene, ho un ottimo rapporto con la mia famiglia, ma sento che mi manca qualcosa; non ho mai avuto una relazione "tradizionale", l'unico ragazzo che ho avuto l'ho conosciuto tramite un'applicazione (Tinder) e sono stata con lui per circa 6 mesi, è stato un periodo molto bello, è stata la mia "prima volta" e l'ho vissuta esattamente come volevo io, io sono di Roma e lui di Perugia a me l'idea di partire il fine settimana per andare da lui, trascorrere del tempo insieme, mi piaceva moltissimo.
E' finita per questioni lavorative ed ovviamente di distanza.

Dopo questo ragazzo, ho avuto solo incontri occasionali (utilizzando sempre la stessa applicazione), solo a sfondo sessuale e nonostante sia un spetto molto importante, provo sempre ad instaurare anche un rapporto "tradizionale" oltre a quello fisico, ma mi sono sempre sentita rifiutata, il più delle volte perchè "vengo da una relazione di X anni, non voglio niente di serio", io invece vorrei provare a vivere una relazione seria con tutti gli aspetti negativi e positivi che ne comportano.

Ho sempre pensato ad una relazione come qualcosa in più che possa accrescere entrambe le persone, un porto sicuro, lo stare insieme ad una persona che ti supporti in giornate negative, una relazione di reciproco confronto.
Ho sempre pensato e ne sono ancora convinta che ci sono "tappe" che non ho mai fatto, anche semplici San Valentino mai festeggiati ad esempio.

Da alcuni anni ormai, sono convinta che ci sia qualcosa che non vada in me, non sono uscita con mille ragazzi, ma ogni volta è sempre la stessa storia, non riesco a capire come fanno le altre persone a trovare effettivamente un ragazzo/a, io non ho l'atteggiamento di avvicinarmi ad un ragazzo e iniziarci a parlare, mi vergogno perchè non mi sento all'altezza di altre ragazze della mia età ed è soprattutto per questo che utilizzo Tinder.
L’applicazione mi aiuta per rompere il ghiaccio, una volta superato lo scoglio inziale, non ho problemi a parlare, a raccontarmi all’altra persona, ma mi serve un aiuto iniziale.

Recentemente sono stata seguita anche in campo alimentare da una nutrizionista perchè volevo perdere dei kg in più e sto raggiungendo il mio obiettivo positivamente, nonostante mi vedo meglio e ho superato degli ostacoli (come l’andare al mare indossando un costume), secondo me sono sempre diversa dalle altre.

Devo dire che ho degli amici che mi spronano moltissimo a sentirmi più bella di come mi senta e vedo io, ma non è facile vedermi con i loro occhi.

Tutto questo può sembrare banale, ed è difficile riassumere i miei pensieri in questo spazio, ma penso che possiate fornirmi un nuovo punto di vista.
[#1]
Dr.ssa Donatella Fiocchi Psicologo, Psicoterapeuta 56 7
Buongiorno signorina,
ha ragione il suo problema non è per niente banale e il suo desiderio di un rapporto come lo descrive è un giusto desiderio di costruire un legame.
Purtroppo credo che lei cerchi le persone nel posto sbagliato, mediamente chi cerca su quei supporti , nel migliore dei casi ha dei problemi magari simili ai suoi, ad affrontare quello che significa un rapporto vero con tutto quello che comporta e si accontenta di un rapporto sessuale, che sembra offrire subito vicinanza, affetto ecc. ma poi non è così.
Provi a chiedersi perché non riesce ad attirare nessuno degli amici che ha in un rapporto più importante; magari senza accorgersi, fa qualcosa che li allontana da un rapporto più intimo, manda inconsciamente un messaggio che li tiene alla larga o che fa loro immaginare che lei desideri solo amicizia e supporto ma non sia disponibile ad un impegno maggiore.
Provi ad approfondire con uno psicoterapeuta le ragioni delle sue paure di parlare quando conosce qualcuno e sicuramente troverà un modo per sbloccarsi.
Le faccio i miei auguri

Dr.ssa donatella fiocchi

[#2]
Dr.ssa Daniela Pellitteri Psicoterapeuta, Psicologo 43 8
Gent. ma Utente considerando che l'amore rappresenta una delle potenzialità più creative per la vita di ognuno di noi mi sembra comprensibile il suo stato d'animo. Nonostante ciò vorrei sottolineare che Lei sembra già contornata di molto amore, le sue amicizie, la sua relazione affettiva con la famiglia. A volte si dice che quando si smette di cercare si trova ciò che non si sperava più di trovare. Se non ho mal interpretato le sono venuti dei dubbi relativi al suo valore, alla sua adeguatezza per essere definita una donna all'altezza di una 'scelta' da parte di un partner. Magari cominciare ad osservare tutte le sue meravigliose qualità, che la rendono fanciulla così sensibile e sincera da renderla addirittura insicura rispetto alle altre che invece sono riuscite ad avere un fidanzato, la aiuterebbe a cambiare la prospettiva sospendendo il severo giudizio che ha strutturato nei confronti di se stessa. Nella mia pratica clinica sono molte le persone, uomini e donne a lamentare la difficoltà di un Incontro che possa rappresentare una relazione sentimentale stabile e gratificante. Purtroppo nello scenario attuale diventa spesso difficile e complicato conoscere qualcuno e sviluppare relazioni solide e durature. Forse è arrivato il momento di non cercare più, né in presenza né su di un Social e di fare tante cose solo per iil gusto di farle. Cosa le piace? Cosa le piace fare? Cosa le dà soddisfazione mentre lo fa quasi a non accorgersi del tempo che passa...? Le auguro tutto il meglio che c'è.

Dr.ssa Daniela Pellitteri