Utente
Salve.
A seguito di una TC effettuata l'11 maggio per una brutta caduta che mi ha provato lo schiacciamento amielico di 3 vertebre dorsali, il radiologo ha riscontrato anche una "circoscritta area iperdensa femore sx".
Sono stato poi ricoverato in ortopedia ma non mi è mai stato detto niente riguardo il problema al femore.
In reparto si sono solo concentrati alle vertebre fratturate.
Dell'area iperdensa femorale sono venuto a conoscenza solo nella relazione finale di dimissione, nella parte descrittiva dei vari referti radiologici.

Non sono un radiologo, ma sono riuscito ugualmente ad individuare nel cd della TC le scansioni coronali in cui si evidenzia il problema.
Vedo un puntino bianco all'interno del canale midollare del femore, di forma più o meno circolare ma dai contorni non proprio regolari, di diametro di circa 1 cm.
L'opacità e la tonalità di questo puntino bianco sono uguali a quello dell'osso strutturato del femore, a cui è molto vicino ma non unito.
E' situato nella parte alta e lato interno del femore, a circa 3-4 cm dall'articolazione col bacino.

Di cosa si potrebbe trattare?
Posso mandare anche fotogramma TC se mi date una mail o contatto Messenger o Whatsapp.

Vi ringrazio per eventuale delucidazione.

Francesco Cataudo

[#1]  
Dr. Vittorio Scipione

28% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2016
Caro Amico il reperto da Lei evidenziato e descritto nel referto radiologico rende obiettivabile nella sede indicata
una piccola area di sclerosi architetturale che non presenta all'osservazione Specialistica elementi patologici,altrimenti il referto avrebbe assunto un'altra descrizione.
Aree come quella evidenziata sono spesso visualizzabili nelle "ossa lunghe" come il femore e molte volte sono assolutamente aspecifiche o posso rappresentare gli esiti di pregressi focolai infiammatori.
Non vedo francamente motivi di preoccupazione in quanto esposto,mi spiego,la possibile ricerca di focolai fratturativi non aliena il Medico Radiologo dall'evidenziare possibili alterazioni patologiche collaterali quando presenti.
Stia tranquillo e sereno

Arrivederci
Dr.Vittorio Scipione