Utente 231XXX
salve,circa tre masi fa abbiamo scoperto che mio padre è affetto da glioblastoma multiforme parte sinistra zona temporale;ha subito un intervento chirurgico con rimozione totale della massa tumorale.
Tre giorni fa ha iniziato la radioterapia in associazione con la chemio, presentando fina da subito difficoltà ad esprimersi e a concentrarsi.
È possibile una riduzione della quantità di raggi radioattivi?Le cellule benigne, che la radioterapia elimina,si riformeranno nella zona colpita dal tumore?

[#1] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Se vuole dei dettagli sugli effetti collaterali c'e' un articolo minforma scritto dal sottoscritto in questo sito.

Per ottimizzare il trattamento e ridurre i sintomi solitamente basta una adeguata terapia di supporto con cortisonici e farmaci che riducono la tensione intracranica come il mannitolo. Le dosi di radioterapia invece, usualmente, vanno mantenute come programmato. Ne parli comunque con i colleghi che la seguono, che possono effettuare un valutazione clinica sul paziente per fare le prescrizioni adeguate.
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),