Capillaroscopia, possibile connettivite?

Buongiorno, sono un ragazzo di 26 anni in apparente buona salute a parte il fatto di essere celiaco e di avere una tiroidite autoimmune.
Ho eseguito una capillaroscopia che referta: alcune aree dì sovvertimento architetturale di grado lieve, numero capillari conservato.
Diffuse irregolarità morfologiche con tortuosità di grado elevato con presenza di estasie venulari e omogenee, alcune raggiungono il megacapillare.
Non aree avasculari, presenza di neoangiogenesi su molte dita, con aspetto albero in fiore, flusso lievemente rallentato.

Quadro compatibile con dm/scc pattern.

Ho eseguito questa capillaroscopia per la comparsa di raynoud.

A seguito di ciò il medico mi ha prescritto prima gli ana che risultano negativi 1: 80.

Non convinto di ciò mi ha aggiunto una batteria di anticorpi tre pannelli Ena sclerosi sistemica e miosite ed è venuto fuori:
Pm/scl 100 pos
Rp 155 borderline e hmgcr a 99. 3 inf a 20 (non ho mai preso farmaci per il colesterolo)
Io apparte il raynoud non ho molti sintomi.

Né dolori muscolari ne altro.

Noto però che la pelle delle falangi sta diventando un po’ tesa e secca.
E le unghie sono viola nel bordo inferiore.
Secondo voi dovrò fare ulteriori accertamenti, iniziare una terapia oppure soltanto essere monitorato nel tempo.

Grazie mille attendo una risposta.
[#1]
Dr. Bernardo D'Onofrio Reumatologo 334 16
Gentile utente,

Se il suo Reumatologo curante porrà diagnosi di connettivite, come in effetti potrebbe sembrare considerando sia i sintomi che gli esami autoanticorpali e la capillaroscopia, probabilmente le consiglierà alcuni accertamenti aggiuntivi (ad esempio una ecografia del cuore, e così via), sulla base delle quali valuterà se è necessaria una terapia specifica, oppure se è sufficiente un monitoraggio nel tempo.

Un caro saluto

[#2]
Utente
Utente
Grazie mille dottore, un’ultima domanda, gli anticorpi della miosite necrotizzante (hmgcr) hanno valore clinico senza alterazioni delle cpk perché sono veramente alti a 99, ho letto inoltre che non associati all’utilizzo di statine sono rari ma non infrequenti, ho un po’ paura perché il danno che potrebbe scatenarsi non è una passeggiata, soprattutto mi sembra una malattia di cui si sa poco
[#3]
Dr. Bernardo D'Onofrio Reumatologo 334 16
Gentile,

Gli anticorpi detti si associano effettivamente a miosite necrotizzante, ma la richiesta di dosaggio dovrebbe essere fatta sulla base di un sospetto clinico molto forte: questo perché, se sono positivi ma non si hanno sintomi o alterazioni del sangue da miosite (ad esempio aumento delle CPK), risultano difficili da interpretare (anche in virtù della rarità della malattia e della esiguità degli studi su di essa).
In questo caso ciò che dovrebbe guidarci è il buon senso: se sono positivi ma non ci sono sintomi sospetti, sarà sufficiente un monitoraggio nel tempo degli eventuali sintomi, senza però alcuna preoccupazione preventiva.

Un caro saluto

[#4]
Utente
Utente
Quindi molto probabilmente l’alterazioni del microcircolo, il raynoud sono dovute agli altri, i pm/scl100?
[#5]
Dr. Bernardo D'Onofrio Reumatologo 334 16
In genere sì, l’associazione è più comune.

Celiachia

Cos'è la celiachia e come si manifesta? Caratteristiche della malattia celiaca in adulti e bambini, esami da fare e consigli di alimentazione senza glutine.

Leggi tutto