Utente 479XXX
Salve, sono una donna di 60 anni, giovanile , mi piace il nuoto e camminare a passo veloce, ma ultimamente non posso fare nessuna di questa attività. Purtroppo da qualche mese ho dei dolori che mi stanno facendo sentire più in la della mia età.
Premetto che da qualche anno sentivo alcune dita del piede destro addormentate, con formicolii e poca sensibilità, questo in inverno maggiormente. Ora da un paio di mesi ho un dolore al 3e4 dito dello stesso piede, al contatto sia della scarpa, anche comoda, sia delle ciabatte e all'appoggio del piede quando carico per camminare, l'unico sollievo è con le scarpe sportive tipo tennis, perchè larghe. Le sto mettendo anche per casa, però ad un certo punto anche con quelle sento il dolore. Qualsiasi altra scarpa mi fa zoppicare.Premetto che l'inverno ho sempre i piedi freddi. Aiuto, ora ho anche una lombosciatalgia al lato destro, ma mi viene quasi tutti gli anni in questo periodo.
Ho fatto una radiografia del piede, consigliatami dal mio medico di famiglia, è il risultato è:Non alterazioni ossee strutturali. Segni di artrosi in corrispondenza articolazione interfalangea del 1° dito, ma a me fanno male il 3e4 dito!
Per la schiena ho delle ernie discali.

Tempo fa in tv ho sentito parlare un reumatologo del dolore alle dita del piede dovuto alla malattia reumatica, non avevo seguito tutto il discorso per cui non ho capito bene. Potrebbe essere dovuto a questo il mio problema? Dottore cosa mi consiglia? Vado da un reumatologo? Devo prima fare qualche esame del sangue? Non so a chi rivolgermi. Intanto non posso camminare bene, zoppico e col dolore lombare che sto tenendo sotto controllo con qualche antinffiamatorio, mi sento di avere 80anni. Vorrei continuare con qualche attività sportiva per tenermi un pò in forma, ma non riesco, ma sopratutto vorrei poter camminare bene!

Grazie in anticipo e un saluto cordiale.

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Se il Suo medico Le ha prescritto la radiografia avrebbe poi dovuto anche indirizzarLa allo specialista.
Se ha dolore al piede la cosa più utile è ricorrere a un ortopedico che La visiti e decida l'origine del problema. Vi sono numerose patologie a carico dell'avampiede e tramite la visita diretta con manovre specifiche si possono individuare abbastanza facilmente (neuroma di Morton, metatarsalgia da sovraccarico, ecc). Lo specialista deciderà se occorrano altri accertamenti (ad es. la risonanza magnetica nel sospetto di neuroma di Morton, ecc)
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#2] dopo  
Utente 479XXX

Grazie Dott. Donati per avermi risposto. Il mio dottore di famiglia mi aveva consigliato di andare con la radiografia dall'ortopedico ,ma questo prima di sapere l'esito . Dopo che la lombosciatalgia era diventata più dolorosa del piede, ho pensato di andare dalla Fisiatra di fiducia per un consiglio,e per aiuto, anche perchè il mio medico non era di servizio. Quando lei ha visto che ero in sofferenza per questo brutto mal di schiena, mi ha dato delle punture di cortisone da fare e consigliandomi di fare anche una RM alla schiena per controllare se c'erano altre ernie del disco e secondo lei il male al piede poteva essere anche dovuto a questa schiena mal messa, però ha anche sospettato il neuroma di Morton. Ha visto anche le radiografie del piede dove c'era un minimo di artrosi all'alluce.

Mi ha quindi consigliato di fare prima l'RM alla schiena e poi al piede.
Dottore lei cosa ne pensa? Io intanto seguirò il suo consiglio andando dall'ortopedico a farmi visitare, vorrei sapere cortesemente se è meglio fare anche l'RM al piede visto che già vado a farla per la schiena, oppure sento prima l'ortopedico?
Grazie per la professionalità e il servizio che ci offrite. Un caro saluto.

[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
In genere è lo specialista che DOPO la visita decide quali accertamenti fare. Se lui sospetterà il neuroma di Morton chiederà molto probabilmente una RMN di conferma, ma se stabilirà, per esempio, che è un problema di metatarsalgia da sovraccarico non ce ne sarà bisogno.
Il dolore da ernia del disco, quello da neuroma di Morton e quello da sovraccarico sono facilmente distinguibili uno dall'altro.
Io andrei dall'Ortopedico prima di fare le RMN.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#4] dopo  
Utente 479XXX

Caro Dottor Donati,
la ringrazio tanto dei consigli, è stato molto d'aiuto. Farò i controlli e sono sicura che tutto andrà per il meglio.
Grazie di nuovo a Medicitalia, e a tutti i medici ! Buon lavoro!
Cordiali saluti.