Utente 950XXX
Da qualche anno ho dolori saltuari alla spalla dx., che cerco di tenere controllati da
ginnastica (ritengo insufficiente) e terapia con fans (a periodi).
Da circa tre mesi, ho riscontrato il riacutizzarsi del dolore alla spalla, collegato con dolori al gomito, all' avambraccio e formicolii al 3° polpastrello della mano dx.
Faccio una vista abbastanza sedentaria (ufficio, scrivania, uso PC e mouse).
Nonostante terapia con fans e uso pomate antiinfiammatorie, non vedo benefici.
Volevo chiedervi che esami devo fare, ed eventualmente le terapie mediche e fisioterapiche da voi consigliate.
In attesa, ringraziandovi, porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Nel caso descritto la visita medica è indispensabile perché è necessario capire il livello di impegno se periferico o centrale a livello della colonna. La sintomatologia potrebbe essere infatti causata da una irritazione delle radici nervose cervicali. Si faccia perciò visitare dal suo medico di famiglia che potrà prescrivere gli esami del caso o consigliarle una visita specialistica reumatologica. Cordiali saluti.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 950XXX

Buongiorno dr. Granata,
grazie per la risposta.
Ho eseguito una visita dall' ortopedico, il quale mi ha diagnosticato una cervicobrachialgia dx con contrattura dei muscoli del cingolo scapolare e sospetta sindrome del tunnel carpale.
Mi ha consigliato riposo funzionale, evitando sforzi ed uso del Pc-mouse, mi ha prescritto dei fans e artrosilene schiuma e miotens schiuma da applicare sulla spalla, collo e braccio dx.
Mi ha prescritto un' EMG arto superiore dx.
Io continuo ad avere formicolii alle prime tre dita della mano dx, dolori con fitte all' avambraccio, gomito, braccio e spalla dx (andamento non continuo ma saltuario e con intensità variabile: talvolta una sorta di indolenzimento, talvolta fitte assai dolorose nei tre punti sopra indicati, a partire dalla spalla (davanti e dietro), con dolori periodici al braccio, al gomito e all' avambraccio.
Lei riterrebbe utile anche degli esami specifici (Rm rachide cervicale e spalla-braccio dx)?
Inoltre ho cominciato pure, da n. 2 sedute a frequentare una palestra per un potenziamento muscolare generale, considerando che sono decenni che mi limito a sole passeggiate e un po' di ciclette e faccio un lavoro sedentario con uso prolungato di pc.
E' il caso che sospenda, temporaneamente la palestra fino a miglioramento o chiarimento della sintomatologia?
In attesa di utili suggerimenti, la ringrazio e Le porgo cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Ritengo opportuno al momento sospendere l'attività in palestra. Faccia gli esami prescritti dal collega e torni da lui a controllo. Cordialità
Mauro Granata

[#4] dopo  
Utente 950XXX

Egregio dr. Granata,
la aggiorno con il referto della RM CERVICALE:
Rettilineizzata la lordosi, note di osteofitosi somatica.
Iniziale debordanza sul piano epidurale dell' anulus posteriore C4-C5 e protrusione osteodiscale ad ampio raggio C6-C7.
Regolare l' ampiezza del canale e il segnale del midollo.
Si segnalano aspetti nodulari anche cistici del parenchima tiroideo.
Mi potrebbe, gentilmente dare delle spiegazioni comprensibili sulle anomalie riscontrate, è un quadro preoccupante?
Nel frattempo io con la terapia dell' ortopedico (fans e artrosilene e miotens schiuma) vado un po' meglio, avvertendo saltuariamente dei formicolii al polpastrello del pollice e indice mano dx, con modici e saltuari dolori alla spalla dx.
La ringrazio per la gradita risposta. Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
L'elettro miografia aggiungerebbe altri dati utili alla diagnosi di sede. Nel frattempo posso dirle che sarebbe utile una valutazione fisiatrica per l'impostazione di un programma riabilitativo personalizzato. Il quadro tiroideo necessita invece di una valutazione endocrinologica. Cordiali saluti.
Mauro Granata

[#6] dopo  
Utente 950XXX

Caro dr. Granata,
l' EMG è risultata normale.
L' ortopedico, in funzione della sintomatologia e dei referti dell' EMG e RMN cervicale mi ha consigliato o un bravo osteopata per alcune sedute o, in alternativa un tipo di palestra da una brava trainer che è specializzata nei recuperi da infortuni, incidenti e mira ad un rafforzamento muscolare con raggiungimento di un buon tono muscolare di tutto il fisico. Io pensavo ad un' altro tipo di fisioterapia:
per esempio, la tecarterapia, gli ultrasuoni, la magnetoterapia o qualcos' altro di più innovativo. Lei che pensa?
Grazie per la risposta e cordiali saluti.

[#7] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
No, penso che il training consigliato dal collega ortopedico sia più opportuno. Richiederà un po' di impegno ma i risultati saranno sicuramente migliori. E poi ... Senza impegno nessun guadagno! ;-)
Mauro Granata

[#8] dopo  
Utente 950XXX

Allora, dr. Granata,
opzione per osteopata o palestra; cosa pensa sia più indicato?
Almeno inizialmente.
Cordialmente.

[#9] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Ripeto che ritengo al momento più opportuna la scelta della palestra. Il detto originario recita "no pain no gain". Cordialità
Mauro Granata

[#10] dopo  
Utente 950XXX

Egregio dr. Granata,

La ringrazio per la sollecita risposta e sono con la presente per chiederle molto gentilmente un parere anche sul referto della RMN
lombo-sacrale del 01.02.2012: iniziali note spondilosiche, meno ampi che di norma gli spazi fra i corpi D12-L1 e L5-S1. Le strutture discali ipointense per fenomeni degenerativi di disidratazione. Discreta protrusione discale mediana D12-L1 con modica concentrica impronta sull' astuccio durale, piccola protrusione discale mediana anche tra L4-L5.
Tra L5-S1 ernia discale di discreta entità postero-laterale Sn con estensione a livello intraforaminale e discreta impronta sull' astuccio durale e sulla radice. Nella norma il cono midollare.
Alla luce del quadro, in riferimento soprattutto all' ernia discale L5-S1,
escludendo l' intervento, a Suo avviso resta sempre opportuna la scelta della palestra o ritiene utile anche l' intervento di un osteopata o qualche specifica fisioterapia?
Ringraziando vivamente, porgo cordiali saluti.