Utente 224XXX
Gent.ssimo Dott. Catania,
Proprio ieri ho avuto l'intervento per la rimozione del nodulo benigno di 48mm. Ho fatto tutto in mattinata e devo dire che non è stata una passeggiata ...la tensione e lo stress erano alle stelle...ho avuto da ragazzina diversi interventi ( tonsille e appendicite ma in anestesia totale), conoscevo, quindi, in parte la realtà degli ospedali. Però ieri, forse perché in anestesia locale, ho avuto la sensazione di "sentire" troppo.. essendo agitata avevo chiesto una forte sedazione, gli infermieri mi hanno prima detto "vediamo.." e poi ho scoperto dopo l'operazione che me l'hanno fatta anche se io ho solo avuto ogni tanto dei giramenti di testa e basta sul lettino.
Pensavo di poter essere, invece, "rintronata" e mezza addormentata ma durante l'intervento io mi sono sentita troppo sveglia e tesa. Nonostante respirassi a fondo( eh si che sono abituata a fare yoga da anni, ma qui credo aiuti in parte..) e i medici e l'equipe che sono stati bravi a farmi chiacchierare ( questi senologi hanno una certa esperienza, diverse colleghe sono state operate con successo), questa operazione è stata un'esperienza che mi ha scosso...
Volevo appunto chiedere se è normale avere queste sensazioni. Di solito leggo che tutte le donne che l'hanno subito non hanno sentito proprio nulla...
Forse perché nel mio caso il nodulo era abbastanza grosso e hanno fatto fatica a tirarlo fuori dall'aureola del capezzolo? ( sentivo infatti tanti movimenti e pressione ma non dolore vero e proprio).
Grazie dell'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
L'anestesia non toglie la sensibilità "tattile" ma solo quella del dolore e quindi quanto scrive è assolutamente normale, si fa per dire.

Durante l'intervento di questo genere curo molto il dialogo con la paziente.
Di più a distanza non saprei cosa altro dirle.

Tanti saluti.
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com