Utente 528XXX
Salve dottori , da circa una settimana ho un dolore nella zona dell'osso sacro , non ho avuto traumi e non sono caduta , è spuntato dal nulla mentre ero seduta ho iniziato ad avvertire alcune fitte , per intenderci esattamente dove inizia la fessura dei glutei . Il dolore non è molto forte ma è fastidioso .
Non riesco a capire se questo dolore è solo nella zona dell'osso sacro o prende anche il coccige. Ho notato che quando vado in bagno e mi sforzo il dolore si accentua , inoltre da quando è spuntato questo fastidio sento un sento di pesantezza nella zona dell'ano , ho guardato con uno specchietto la zona ma non è ne gonfia ne rossa . Quando sono coricata il dolore quasi sparisce invece quando sono seduta si accentua di più . Essendo una persona molto ansiosa sono un po' preoccupata infatti settimana prossima andrò dal medico . Sapete dirmi cosa potrebbe essere ?

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Concorderà come nell'ambito di un consulto a distenza sia complesso esprimere un parere adeguato circa i suo dolore in regione sacro-coccige che peggiora "...quando vado in bagno e mi sforzo...".
Valutato questo ultimo dato penserei di rivolgermi preliminarmente ad un proctologo.
Eventualmente, su indicazione del primo, ad un algologo.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
ho letto solo ora la Sua richiesta di consulto che è stata inviata nella sezione di terapia del dolore cui accedo raramente.
Spero che Lei abbia risolto, in caso contrario mi permetto di dirLe che prima di una qualsiasi terapia bisogna fare la diagnosi.
Se, come suggerito dal collega, il consulto con il proctologo ha escluso una patologia responsabile dei sintomi, non resta che considerare il dolore al coccige (coccigodinia) come dovuto o a un pregresso e banale traumatismo anche non più ricordato oppure a una conformazione anomala delle ultime vertebre che, per vari motivi causa dolore.
Ovviamente è necessario valutare clinicamente il caso perché a distanza si possono solo fare ipotesi.

Con cordialità
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano