Utente 384XXX
Salve, sono un ragazzo di 22 anni e nel 2015, dopo una visita urologica in clinica privata, mi è stata riscontrata una brevità del frenulo. Lo stesso urologo che mi ha visitato mi ha operato in struttura pubblica con un'intervento di frenuloplastica. Per l'intervento ho dovuto solo sostenere la spesa del ticket, per una cifra intorno ai 160€. Dopo 2 anni dall'intervento la situazione mi sembra migliorata ma non perfettamente risolta quindi sto valutando l'ipotesi di ricorrere alla circoncisione. Qui viene quindi la mia domanda: facendomi visitare nuovamente dallo stesso urologo privatamente è possibile che avalli questo intervento? In caso positivo, l'intervento rientrerebbe come la frenuloplastica sotto spesa del servizio sanitario nazionale? Sono residente in Lombardia e ho visto che il costo di una circoncisione è di 1000€. È un prezzo relativo a interventi per motivi estitico/religiosi o dovrei pagare tale cifra in ogni caso? Ringrazio anticipatamente per l'attenzione.

[#1] dopo  
Caro signore,
il sistema sanitario nazionale passa la circoncisione per fimosi, non riconoscendo altre motivazioni all' intervento (estetica o religione o altro).
Se non ha una fimosi e il collega applica rigidamente la legge non le rimane che pagare.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 384XXX

Grazie per la risposta dottore. Cosa intende però con "se il collega applica rigidamente la legge"? Io non soffro di fimosi, ma significa che per un problema oggettivamente riconosciuto come valido (e non estetico o religioso) l'intervento può essere comunque passato dal SSN? Nuovamente grazie

[#3] dopo  
Se non soffre di fimosi a. Cosa le serve la Circoncisione?
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#4] dopo  
Utente 384XXX

Come scritto nel primo post, soffrendo di brevità del frenulo si credeva che la frenuloplastica avrebbe risolto il mio problema. A distanza di 2 anni però riscontro ancora alta sensibilità e dolori nella zona del frenulo durante i rapporti sessuali e il glande si inarca ancora in modo non del tutto naturale quando il pene è in erezione. Per questo volevo farmi controllare per chiedere se la circoncisione potesse essere la soluzione definitiva. Il mio quesito qui è preliminare in quanto il fattore economico purtroppo inciderà sulla mia decisione.

[#5] dopo  
Stentavo a crederlo. Allora è da rivedere il frenulo. Lasci stare ste cose e senta in altra campana.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#6] dopo  
Utente 384XXX

Appena possibile sentirò sicuramente lo specialista. Se nel frattempo qualcuno riuscisse a chiarirmi la questione ticket/intervento a carico gli sarei grato. Grazie

[#7] dopo  
Per come descrive i suoi sintomi la circoncione non mi pare possa risulòtare di utilità. Vada alla urologia del San Gerardo con òla classsica vecchia mutua.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org