Utente
Buongiorno, ho sempre avuto qualche disordine a livello urinario, sempre risolti! (Bruciori durante La minzione da piccolo, a 22 anni qualche cistite dovuta al fatto che tenevo troppo L urina a lavoro)

È circa un anno che lamento un fastidio particolare, (defeco quotidianamente con feci normali (diverse in base a cosa mangio e cosa digerisco meglio))

Il problema è che quando so di avere delle feci pronte o quasi a fine intestino/rettò, sento anche pressione sulla vescica, che mi costringe ad andare ad urinare.


Se urino ma non defeco, dopo poco devo dinuovo urinare, se defeco invece urino con ritmi regolari (a volte sono in posti in cui urino volentieri ma non defeco volentieri, mi ritrovo quindi a urinare spesso)

Sento quindi come se le feci del rettò premessero sulla vescica costringendomi ad urinare anche pochi liquidi!

Quale connessione può esserci?
È sintomo normale di qualche malattia?


Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I rapporti anatomici tra il retto e la vescica sono molto stretti, ma questa vicinanza influisce perlopiù per cause batteriche / infettive ed in minor misura per cause esclusivamente funzionali come quelle che lei ci descrive. Non è comune avere disturbi urinari in giovanissima età soprattutto per un maschio. Quando questo accade non bisogna limitarsi alla cura (in genere efficace, almeno temporaneamente), ma ci parrebbe andare ad indagare oltre, poiché piuttosto spesso questi disturbi sono causati da malformazioni e difetti funzionali congeniti. Nelle loro manifestazioni più gravi queste si manifestano in modo importante già in età infantile, se non addirittura neonatale. Nelle manifestazioni più lievi i disturbi si trascinano in genere per anni (a volte tutta la vita) tra alti e bassi, ma a volte si instaurano complicazioni che necessitano di attenzioni maggiori, cure intense, interventi chirurgici ed endoscopici, eccetera. In conclusione, riterremmo assai opportuno che lei si affidasse ad un nostro Collega specialista in urologia che la accompagni in un percorso diagnostico rivolto alla valutazione della funzionalità vescicale nel dubbio di un problema delle basse vie urinarie, in particolare la stenosi/sclerosi del collo vescicale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing