Utente
Salve, ho 23 anni e questo è il mio ultimo terrore: sono terrorizzato da giorni di avere un tumore al testicolo sx, continuo a vederli strani e ho un leggero fastidio al testicolo dx nella parte sx e mi sembra di sentire qualcosa nella parte posteriore/superiore ma non ne sono sicuro e soprattutto mi pare che il testicolo sia liscio, ovviamente in questo momento non posso effettuare visite o andare dal mio medico per una rassicurazione, quindi volevo chiedere quante possibilità ci sono che una persona senza fattori di rischio che sono quelli che mi è sembrato di leggere (criptorchidismo, fumo, storia familiare etc) non so se può servire ma negli ultimi mesi ho fatto delle analisi, le ultime a fine gennaio compresa analisi delle urine dove non apparivano grossi problemi, solo un lievissimo aumento dei monociti per il quale il mio medico mi ha detto di non preoccuparmi assolutamente in quanto dovuto probabilmente ad un raffreddore, dopodiché a febbraio ho fatto un piccolo intervento per una cisti pilonidale e quindi ho fatto altre analisi ma tutto ok.

Spero possiate dirmi qualcosa.

Ah, ultima cosa, da alcuni mesi ho un problema di rossore che va e viene intorno alla corona del glande, anche questo visionato dal mio medico dermatologo che mi ha detto di non preoccuparmi e mi ha dato una conseguente cura.

che mi sta davvero prosciugando psicologicamente, dato che va e viene, ho quasi paura anche ad urinare per paura che il rossore sia tornato, vorrei solo tornare a vivere normalmente come un 23enne, ma a quanto pare non riesco.
Penso sempre al peggio, da una malattia passo all'altra, pensate che se avessi avuto qualcosa di grave (ho paura di avere qualcosa di grave al pene, alla prostata, ai testicoli, ai reni, sono terrorizzato) nelle numerose analisi che ho fatto negli mesi, una traccia ci sarebbe stata?

Spero possiate aiutarmi, perché continuo ad essere spaventato,
Grazie.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
... ho paura di avere qualcosa di grave al pene, alla prostata, ai testicoli, ai reni, sono terrorizzato ....

Se ci pensa ancora più intensamente probabilmente inizierà ad averer sospetti anche su altri organi!

Intanto si dia una bella calmata, poiché alla sua giovanissima età tutte queste ipotesi devastanti sono assai poco verosimili e se mai fosse certamente avrebbero già dato manifestazioni evidenti, tali da non potersi nascondere a visite ed accertamenti che lei ci riferisce di aver eseguito abbastanza recentemente.
E' ovvio che noi a distanza, nell'impossibiità di una valutazione diretta non le si possa dire molto di più, assai di più varrebbe il conforto diretto di un nostro Collega. Noi specialisti in urologia non siamo così direttamente coinvolti nel problema dell'epidemia, pertanto non escludo che, attivandosi un minimo, lei possa trovare un Collega disposo a visitarla.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente
Gentil dottor Piana, innanzitutto la ringrazio della risposta! Quindi come pensavo, nell’eventualità di qualcosa di grave, delle tracce sarebbero dovute emergere dalle varie analisi che ho fatt nei mesi passati. Questa è l’unica cosa che un po’ mi tranquillizza. Poi se possibile, se non approfitto troppo del suo tempo, volevo farle altre due domande: il tumore del testicolo, come leggevo sul vostro sito è generalmente molto raro e lo è ancor di più se sono assenti i fattori di rischio, è così?, altra cosa, a causa del rossore sul glande di cui parlavo prima, che mi mette un sacco a disagio a dire il vero perchè nel momento in cui penso possa essere passato invece si ripresenta, non sento nessun dolore a dire il vero e non credo ci siano problemi di fimosi perché riesco a scoprire senza problemi/dolori sia a riposo che in erezione, ora volevo chiederle, il mio medico dermatologo mi ha dato come cura un po’ di tempo fa la crema travocort + Repasine plus (quest’ultima che uso ancora perché nel momento in cui smetto il problema si ripresenta anche lievemente, ci tengo a dire che non ho mai avuto rapporti quindi il problema non dovrebbe essere ricondotto a quello) siccome io ho un neo da sempre sul glande, non c’è la possibilità che il cortisone abbia dato problemi a questo neo? Causando qualcosa di pericoloso ? Il mio medico pur visionando non mi ha detto nulla... in tutto ciò a causa di questi problemi/paura continuo a vivere un’astinenza autoforzata, che non so se alla mia età possa giovare....
p.s. al momento le visite ambulatoriali nella mia zona sono chiuse se non per urgenze, e in ogni caso non me la sentirei di uscire in questo momento complicato, sperando che questa di cui le parlo non sia un’urgenza!
La ringrazio per il suo tempo

[#3] dopo  
Utente
Ah, altra cosa dottore, mi scusi se aggiungo, altra domanda che volevo farle: c’è qualche possibilità che il rossore al glande sia legato ad una prostatite ad esempio? Facendo però conto che praticamente eiaculo poco e niente quindi credo che non ci sia un legame tra le due cose, però le spiego perché questo dubbio, per un periodo, un paio di mesi fa mi sembrava di avere una minzione frequente allora il mio medico mi prescrisse analisi, analisi delle urine e urinocoltura, tutte risultate perfette, dopodiché la cosa è migliorata da sè allora ho pensato potesse essere da imputate al cambiamento di acqua minerale. La ringrazio e mi scusi.

[#4]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Bere acqua con etichetta è quanto di più inutile e costoso si possa fare, a meno che dai suoi rubinetti esca davvero petrolio; non ci sono certamente differenze fra un'acqua e l'altra, sempre acqua è.
Se il dermatologo non ha rilevato nulla, è perché non vi è davvero nulla di significativo da rilevare.
L'arrossamento dello scroto non è certamente un segno che faccia sospettare un tumore del testicolo.
Alla sua età l'astinenza è PERICOLOSA, soprattutto dal punto di vista psicologico.

Con questo crediamo di averle detto tutto quanto possibile a distanza, il consulto è pertanto chiuso.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#5] dopo  
Utente
Forse dottore non mi ero spiegato bene, ma parlavo di un rossore al glande e non al testicolo.
In ogni caso la ringrazio per il tempo dedicatomi.