Utente
Buonasera alcuni giorni fa ho avuto una visita urologica.

Mi è stata diagnosticata una possibile prostatite.

L'urologo mi ha trovato una prostata molto ingrossata e mi ha prescritto l'esame del PSA.

Il risultato è stato PSA TOTALE 1, 440, mentre il PSA libero è di 0, 227.

Mi è stata prescritta una terapia con Macladin 500 e Tauxib 120.

La terapia è stata di una settimana ma non ho avuto miglioramenti, in quanto faccio fatica ad urinare e avverto un leggero bruciore nella parte rettale, oltre ad un leggero fastidio all'addome.

In questi giorni ho un'altra visita urologica, vorrei sapere se i fastidi, sono da ricollegarsi alla prostata ingrossata e se il PSA mi lascia tranquillo per eventuali problemi più seri.
Grazie
Giuliano Siniscalchi

[#1]  
Dr. Mauro Seveso

40% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
BASIGLIO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore
le infiammazioni alla prostata ( prostatiti) determinano proprio la sintomatologia da Lei lamentata. Purtoppo possono durare anche molte settimane nonostante le terapie intraprese,
Il valore di Psa unito ad una visita specialistica non fa soepttare una forma neoplastica in atto. Cerchi comunque di monitorare nel tempo questo valore che al momento rientra nei parametri di normalità
Dott. Mauro Seveso
Responsabile Unità Operativa di Urologia
Istituto Clinico Città Studi , Milano