Crisi di pianto in gravidanza

Salute: confronti e condivisioni tra utenti


352xxx
utente 
Ciao sono alla 24a settimana della mia prima gravidanza e da qualche giorno mi vengono vere e proprie crisi di pianto senza alcun motivo. La gravidanza va avanti ugualmente ma mi sento strana e sofferente psicologicamente, poi mi rassereno pensando che sia normale, ma vorrei arlarne con qualcuno..
Grazie per chi volesse ascoltarmi
Annalisa
#1  
     

352xxx
utente 
Ciao Annalisa,
mi chiamo Elisa e ho partorito lo scorso ottobre. Leggo dal tuo messaggio che ti senti "strana" in che senso? Sei in ansia per il nascituro o è una condizione che riguarda la tua persona?
Vuoi provare a farmi qualche esempio? Magari non sono la persona in grado di risolvere il problema, ma potrei darti un'opinione esterna e da parte di chi ha appena vissuto una gravidanza.
Elisa
#2  
     

352xxx
utente 
Ciao Elisa
grazie per avermi risposto...
Mi sento uno stato d'ansia perenne, come se dovesse succedere qualcosa, una responsabilità incredibile e questo mi rende debole psicologicamente, forse mio marito non è molto presente, o forse sono io che non sono adatta a portare avanti una gravidanza, non lo so... Sono seduta davanti la TV e piango, sono sensibile a tutto in modo a volte esagerato, ho paura di tutto, spero davvero che tutto questo passi...
A te non è capitato nulla di tutto questo?
#3  
     

352xxx
utente 
Ciao Annalisa,
io ho vissuto una gravidanza tranquilla, non ho sofferto di crisi di ansia, ma credo proprio sia una cosa alquanto diffusa. Quello che mi pare di comprendere dalle tue parole è una sensazione che io ho vissuto dopo il parto, ossia di sentirmi di fatto da sola a sostenere un carico così grande; una sorta di condizione emotiva che ha fatto emergere la mia fragilità nonostante io sia una persona decisa e molto organizzata. Questa sensazione mi ha molto spaventata perché non mi riconoscevo più, ogni necessità giornaliera mi sembrava una montagna da scalare e in tutto questo avevo sempre la sensazione di essere da sola.
Cerca di trovare spazio per te stessa, anche nelle piccole cose. Non pensare solo al bambino, lui cresce, sta bene e lo amerai alla follia. Vai a fare una passeggiata, sentiti con le amiche (ma parla di altro non del bambino), comprati una crema per il corpo per TE: devi volerti bene in questo momento dove il fulcro della vita di chi ti sta attorno è il tuo bambino e tu nelle attenzioni sei quasi passata in secondo piano. Anche se ti sembra di non aver forza da dedicare ad altro, mantieniti attiva e fai "lavorare la tua testa" su cose diverse. Comprendi anche tuo marito, lui non ha un "esserino" in corpo, si accorgerà di essere diventato papà quando partorirai... tienilo aggiornato sulle tue sensazioni è importante, altrimenti viene a crearsi un muro troppo alto.
Buona giornata, Elisa
#4  
     

352xxx
utente 
Ciao Elisa
ti ringrazio, le tue parole mi arrivano diritte al cuore e mi rinfrancano davvero.
Sicuramente sei una ragazza in gamba ed una persona fantastica...
Ascolterò i tuoi consigli e spero di farcela
Un caro abbraccio
grazie
Annalisa
#5  
     

214xxx
utente 
Ciao ragazze..
Anche io ho avuto episodi di tristezza esagerata in gravidanza... Ma anche di gioia folle e incontenibile.. Però le ho addebitate più che altro alla mia epilessia focale.
L'importante è essere coscienti che sono solo episodi isolati e che passeranno.
E ne ho sofferto più nel secondo post partum.. Il mio secondo bebè adesso ha 5 mesi e solo ora mi sembra di ricominciare a controllare gli sbalzi d'umore..
La gravidanza è uno sforzo enorme sia per il corpo che x la mente..e il destino non mi ha reso le cose più facili..
Ho fatto entrambe le gravidanze con la consapevolezza che mio padre aveva un tumore.. è morto che ero incinta di 7 mesi del secondo bebè... sono dovuta andate al funerale del mio nipotino vissuto solo un giorno... Ho dovuto sostenere mia madre che è crollata nella mente e nel corpo con la perdita di papà.. Ne ho avuti di motivi per piangere.. Eppure ora sono qui.. Sdraiata accanto ai miei piccoli.. E aspetto con gioia che si svegli il mio ometto per allattarlo..

Io come unico consiglio posso dirti di parlarne al tuo medico.. O ginecologo.. A volte basta un banale integratore alimentare x farti sentire meglio.. Il bimbo che cresce dentro di te è vorace e ti toglie tanti elementi nutritivi... Magari ti consiglia in goloso cioccolatino ogni tanto x risollevare i livelli di seratonina ;p
#6  
     

352xxx
utente 
Quello che hai dovuto sopportare è stato tremendo, io non penso che ce l'avrei fatta. Sono già a pezzi così, figuriamoci dover subire una perdita così importante durante la gravidanza... Non so come tu abbia fatto e non ti invidio, o meglio ti invidio, in senso buono ovviamente, per i tuoi 2 pargoletti già tra le tue braccia. Sei stata fortissima... Complimenti!
Il consiglio degli integratori potrebbe avere un senso, il mio medico di famiglia non me ne ha mai parlato, domani cercherò di contattarlo per farmi dare indicazioni, oppure chiederò al farmacista direttamente, spero che queste lacrime finiscano di uscire e di pensare ad altro.
Grazie davvero e tanti auguri per i tuoi gioielli
Un abbraccio
Annalisa
#7  
     

214xxx
utente 
Ciao Annalisa...
Come ti senti?
#8  
     

Inserisci qui sotto tua risposta

Esegui l'accesso per inserire la tua risposta