Mi capita sovente, durante il colloquio preliminare con la paziente, di sentirmi chiedere: quale protesi scelgo? oppure "la mia amica ha messo protesi tonde medio profilo, e mi piace il risultato..!".

Oggi le pazienti sono informatissime, ma non si può pretendere di "scegliere" la protesi dal catalogo. Della protesi, oltre al volume, va sempre valutato anche il profilo, la proiezione e l'altezza. Basandosi su questi parametri, sulle misure antropometriche della paziente e sui suoi desideri, si ottiene quello che tutte cercano: il risultato naturale.

Nelle protesi anatomiche, ad esempio, quella a medio profilo è molto adatta per le ipotrofie severe, mentre ad esempio quella ad alto profilo e media altezza, è ottima quando si desidera aumentare molto la proiezione del polo inferiore della mammella. Pertanto è necessario che il chirurgo conosca tutti i modelli di protesi per poter impiantare quella più adatta valutando il singolo caso.