EHEC = enterocolite emorragica.
   SEU = sindrome emolitico-uremica


In totale 2909 casi con 27 morti (sotto l'uno per cento).
Si conferma la tendenza al ribasso dell'epidemia.  Ancora non si sa se la diminuzione sia dovuto al minor consumo di verdure o al declino dell'infezione.


Una cosa è certa: il cetriolo spagnolo era per davvero innocente!
http://www3.lastampa.it/esteri/sezioni/articolo/lstp/405207/

Aggiornamento dal Robert Koch Institute:
Il nuovo ceppo è con ogni probabilità la ricombinazione di due ceppi.
Non vi è prova di una trasmissione da uomo a uomo, anche se l'uomo potrebbe essere una fonte di contaminazione di alimenti e dell'ambiente.

L'epidemia rimane prevalentemente centrata in Germania.

Il numero dei decessi sale a 27 (2 in più del giorno precedente).
Dei decessi: 19 per SEU e 8 per EHEC.
Dei casi totali d'infezione: 69% femmine; 88% in persone di età superiore ai 20 anni, con più alti tassi nella fascia di età 20-49 anni.

Nuovi casi:
in Germania: 127 EHEC e 33 SEU
Negli altri Paesi Europei solo 2 nuovi casi di SEU ma 9 casi in meno di EHEC rispetto a quanto segnalato il giorno prima.


Tabella DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA in Europa dei casi di EHEC e di SEU:
In totale 2147 e 757 = 2904
Germania 2086 e 722 = 2808 (18 morti EHEC e 8 mori SEU)
Restanti Paesi Europei: 61 + 35 = 96 (3 casi in meno di EHEC e 2 casi in più di SEU)
Austria 3 e 1
Repubblica Ceca 1 e 0 (un turista USA che è stato in Germania)
Danimarca 12 e 8
Francia 2* e 0 (7* casi di diarrea sanguinolenta ancora non confermati come EHEC)
Grecia 1 e 0 (un turista tedesco)
Lussemburgo 1 e 0
Paesi Bassi 2 e 4
Norvegia 1 e 0 (contatto con un tedesco in Norveglia)
Polonia 0 e 2
Spagna 1 e 1
Svezia 31 e 16 (1 decesso già segnalato nei giorni scorsi)
Svizzera 3 e 0
Regno Unito 2 e 3

USA 1 caso sospetto di EHEC E 3 casi di SEU
Canada 1 caso sospetto di EHEC (turista che era stato in Germania)


Fonte: OMS
http://www.euro.who.int/en/what-we-do/health-topics/emergencies/international-health-regulations/news/news/2011/06/ehec-outbreak-update-12

Robert Koch Institute:
http://translate.google.it/translate?js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&layout=2&eotf=1&sl=en&tl=it&u=http%3A%2F%2Fwww.bfr.bund.de%2Fcm%2F349%2Fenterohaemorrhagic_escherichia_coli_o104_h4.pdf


 

Per approfondimenti vedi il canale Escherichia Coli.