Sono davvero molto affascinato dalla comparsa e dall'arrivo dei Baidu eye e Google glass.

In rete ho potuto apprezzare video e recensioni. Ne sono certo, tra qualche anno in strada i nostri ragazzi andranno in giro così.

Da punto di vista medico oculistico ritengo che costituiscano una grossa promessa, una grossa innovazione per compensare le perdite di campo visivo, ad esempio:

1) un'applicazione "grandangolo" potrebbe permettermi di vedere la parte CIECA del mio campo visivo (se fossi ad esempio un paziente affetto da Glaucoma o da patologie distrofiche ereditarie come la retinopatia pigmentosa); questi Occhiali mi sarebbero utilissimi, mi permetterebbero di guidare o anche solo passeggiare in tutta sicurezza.
Questi occhiali dovrebbero permettemi di percepire la perfiferia del mio spazio visivo, il mio campo visivo sarebbe nella norma o aumentato al fine di prevenire un incidente o evitare un ostacolo;

2) un'applicazione "zoom" sarebbe utile a quei pazienti IPOVEDENTI o affetti da Maculopatia, ingrandendo infatti le immagini, uno scritto, un particolare, il ritaglio di un giornale, non avrebbero limitazioni; 

3) un'applicazione "autofocus" con questo tipo di applicazione potremmo vedere non solo lontano, vicino, lo spartito mucicale o il computer, ma dovunque: "oltre l'infinito ed oltre"?
Un occhio umano, in condizione meteo molto buone, da una montagna può percepire un panorama a 100 -110 Km, con questi occhiali potremmo goderci ogni particolare...

4) un'applicazione "riabilitativa": si potrebbe anche pensare ad un'applicazione che aiuti con stimolazioni visive o sonore il riallineamento degli occhi e dei muscoli estrinseci oculari dopo un trauma, un ictus o solo per aiutare i nostri piccoli pazienti affetti da Disturbi della motilità oculare o da micro-strabismi.

5) un 'applicazione "supervision"; qui invece dovremmo immaginare un paio di occhiali dotati di questa tecnologia, ma confezionati per entrambi gli occhi. In questo caso gli stimoli luminosi dovrebbero essere tradotti in stimoli tattili o sonori per consentire ai non vedenti, soprattutto per coloro che son diventato non vedente dopo la nascita o in seguito ad un trauma o ad una malattia di percepire il mondo circostante e muoversi in sicurezza.

Probabilmente mentre mi leggete anche a voi son venute in mente altre "app"... una "golf" per colpire la 18 buca... ed una "fish" per la pesca d'altura....

Quello che davvero desidero "e' che questa importante invenzione fosse davvero sfruttata come AUSILIO MEDICO, come PRESIDIO MEDICO CHIRURGICO", non sia invece un mezzo tecnico o commerciale per allontanarci dalla REALTA' bella o brutta che sia, per continuare a vivere nella nostra TRIBU' (il nostro gruppo di amici vistuali) e con la nostra tribu' affrontare le sfide del mondo.

Certo ci son momenti in cui la PIAZZA o la VITA posson far paura a tutti... ma lasciamo il tempo dei social net alla scrivania... e godiamoci il primo raggio di sole anche da soli, ed a occhi chiusi.