I bambini devono indossare gli occhiali da sole di ottima qualità che li proteggano perfettamente, meglio anche un cappellino tipo da baseball.

Rispetto a noi adulti, infatti, trascorrono molto più tempo all’aria aperta per questo lenti da sole di ottima qualità sono fondamentali per la salute dei loro occhi.

Un altro elemento che va tenuto in considerazione è che l’esposizione ai raggi UV aumenta ad altitudini più alte, in posti tropicali e in situazioni con alta riflessione di luce solare, come una pista da sci, in acqua o in una spiaggia di sabbia. In questi casi occhiali da sole protettivi sono particolarmente importanti.

Il grado di protezione dai raggi UV non ha a che vedere con il colore delle lenti, anche se la maggior parte di lenti in grado di bloccare il 100% dei raggi UV e della “luce blu” sono di color ambra o marroni , le lenti da sole con trattamento polarizzato hanno anche la capacità di aumentare il contrasto, elemento utile per sport all’aperto.

Le lenti in materiale organico sono resistenti agli urti, le lenti in policarbonato sono le più resistenti. Oggi sono disponibili persso i migliori ottici occhiali con particolari montature per specifiche attività sportive.

Anche noi adulti dobbiamo sempre usare occhiali da sole di ottima qualità.

Ma uomini e donne vedono il mondo nello stesso modo? 

Le ricerche più recenti di Israel Abramov, City University of New York di Brooklyn dicono l’ormone maschile, il testosterone, riesce ad influenzare il processo di percezione visiva: vi sono alte concentrazioni di recettori del testosterone nell’area della corteccia visiva, in grado di attivare differenze sostanziali nella visione e percezione del mondo da parte di uomini e donne.

Abramov e collaboratori hanno selezionato uomini e donne dall’età superiore ai 16 anni, con vista perfetta, e li hanno sottoposto ad una serie di test. La visione di immagini colorate ed immagini in movimento conferma che il campione di sesso femminile, e' in grado di percepire molto meglio le sfumature cromatiche, mentre il campione di sesso maschile presenta maggiore predisposizione alla percezione e distinzione di dettagli e contrasti in movimento. Quindi gli uomini hanno una percezione meno performante rispetto alle donne, mentre le signore hanno una migliore visione d’insieme, ma una minore attenzione per gli oggetti in movimento.

Un altro studio dell’Università di Bristol (visione di quadri e film) dimostra che la vista maschile sia mediamente più dinamica ed orientata rispetto a quella femminile, maggiormente orientata alla percezione d’insieme.