Il momento in cui ripetere la biopsia dopo esito negativo per carcinoma è sempre stato un dilemma. Da recenti pubblicazioni emerge che vi è un aumento del numero di infezioni gravi e di ospedalizzazioni risultanti da biopsie alla prostata, quindi, l’obiettivo ideale è quello di cercare di individuare quali fattori possono essere presi in considerazione per evitare il maggior numero possibile di biopsie prostatiche giudicate inutili.

 

Numerosi sono i pazienti (70%) che presentano solo un incremento di PSA compreso fra  4 e 10ng/ml che eseguono  una biopsia prostatica con esito negativo per Cancro.

Da una analisi retrospettiva si è notato una maggiore incidenza di diagnosi di Cancro alla prostata in pazienti che si sottoponevano per la seconda o più volte a biopsia prostatica con valori di PSA libero/totale inferiore all’11%.

Normalmente il rapporto fra PSA libero e totale è considerato patologico se ha un valore inferiore al 10%; esso è giudicato di dubbia interpretazione se il valore è compreso fra 11% e 20%; infine se il valore è superiore al 20% ci orienta verso una  situazione di benignità anche se va sempre valutato insieme ad altri parametri come ad esempio il valore di PSA totale, la presenza di noduli palpatori, la presenza di noduli evidenziabili ecograficamente ecc..

 

Naturalmente altri fattori devono essere presi in considerazione prima di prendere in considerazione la decisione di ripetere una biopsia:

  • PSA ingravescente (PSA velocity)
  • PCA3
  • Numero di prelievi della precedente biopsia (<12)
  • Pre-cancerosi (PIN = Neoplasia Intraepiteliale; ASAP  proliferazione acinare atipica).
  • Familiarità per Cancro alla prostata

 

 

Bibliografia

1. BJU Int. 2011 Sep 21. doi: 10.1111/j.1464-410X.2011.10584.x. [Epub ahead of print]

A comparative performance analysis of total prostate-specific antigen, percentage free prostate-specific antigen, prostate-specific antigen velocity and urinary prostate cancer gene 3 in the first, second and third repeat prostate biopsy.

Auprich M, Augustin H, Budäus L, Kluth L, Mannweiler S, Shariat SF, Fisch M, Graefen M, Pummer K, Chun FK.

Departments of Urology Pathology, Medical University Graz, Graz, Austria

Department of Urology, University Clinic Eppendorf Martini Clinic Prostate Cancer

Centre, University Clinic Eppendorf, Hamburg, Germany Weill Cornell Medical

College of Cornell University, New York, NY, USA.