Frequentemente oggi l'urologo e l'andrologo devono affrontare problematiche infiammatorie che interessano le vie urinarie e/o seminali, che spesso recidivano e che sembrano a volte essere senza fine.

In queste situazioni cliniche particolari e spesso non ben tollerate (anche da un punto di vista psicologico) può essere utile seguire alcune indicazioni di tipo generale e dietetico-comportamentale come:

1)vita sessuale regolare senza lunghi periodi di astinenza;

2)limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffé, il tè,le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono naturalmente altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5)combattere la stitichezza, quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perchè la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7)tenere d'occhio la bilancia infatti, se obesi, spesso perdere peso migliora il quadro clinico. Infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la "pressione" sulle vie urinarie e peggiorare quindi i sintomi lamentati;

8)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente e seguire tutte le indicazioni cliniche che il medico di famiglia e lo specialista urologo, che stanno seguendo queste fastidiose situazioni cliniche, danno.

Fonti per approfondire:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/199/cistiti-ed-uretriti-infezioni-delle-basse-vie-urinarie-quando-l’urina-brucia .

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html .