0/0
Aggiungi ai preferiti

Varicocele e iperprolattinemia


sabato 28 aprile 2012 da Utente 190xxx
Mio marito si sta curando da 10 mesi con Dostinex per un accertato adenoma ipofisiario secernente PRL
Nonostante la prolattina sia rientrata nei valori normali lo spermiogramma a distanza di 6 mesi dalla cura è rimasto invariato, ovvero:
numero spermatozoi: 2,5 mil/ml
motilità progressiva 57%, motilità non progressiva 4%, immobili 39%
forme anomale 98% forme normali 2%
Da notare che mio marito ha anche un varicocele di 2 grado clinico (mentre l'esito dell'ecodoppler segnala tra il 2 e il 3 grado), è in lista per l'intervento chirurgico ed è proprio questo il motivo per cui vi scrivo.
Sull'utilità dell'intervento abbiamo infatti avuto pareri opposti dai due andrologi consultati, in quanto uno sconsiglia fortemente l'intervento ritenendolo inutile vista l'eta' del mio compagno (37) e considerata la gravità della situazione "complessiva" (vedi adenoma), un altro invece sostiene che l'intervento potrebbe migliorare la qualita' del liquido seminale, riducendone le forme anomale, ai fini della fecondazione assistita (il concepimento naturale ormai lo abbiamo giustamente abbandonato).
L'unico dubbio che ci assale e che non ci fa dormire sonni tranquilli è il seguente: è possibile che l'intervento peggiori la situazione? sarebbe un vero problema nel nostro caso! che fare? tentare l'ultima spiaggia o lasciare le cose cosi' come stanno?

grazie infinite a chi vorra' risponderci





Segnala allo staff

Risponde dal 2011 il medico

Dr. Giovanni Maria Colpi

Specialista in:
Andrologia
Endocrinologia
Urologia

Esercita a:
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
VIGGIU' (VA)

Indice di partecipazione al sito: 111
indice medicitalia
gentile lettrice,

l'indicazione all'intervento può nascere dalla grave alterazione dello sperma che lei riporta sebbene non può a priori esser riconosciuto come l'elemento scatenante della dispermia.

da cio quindi dipendono i pareri discordi che riferisce visto che anche corretto l'intervento esige 6 mesi di osservazione per capire il beneficio clinico,che nel vostro caso sono preziosi.

cmq anche altre indagini come quelle gentiche sono importanti per escludere una compagine genetica della dispermia.

il rapporto tra varicocele e adenoma ipofisario è solo casuale.

cordialità

Prof. Giovanni Maria  Colpi
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
sabato 28 aprile 2012, dopo 5 minuti
replica #1  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 190xxx
Grazie dottore per avermi risposto, mio marito ha eseguito l'esame del cariotipo e l'indagine sulle microdelezioni del cromosoma y nonchè la ricerca delle mutazioni della fibrosi cistica, ma è risultato tutto nella norma


lunedì 30 aprile 2012
replica #2  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Giovanni Maria Colpi

Specialista in:
Andrologia
Endocrinologia
Urologia

Esercita a:
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
VIGGIU' (VA)

Indice di partecipazione al sito: 111
indice medicitalia
gentile lettore,

utile perciò affidarsi alle cure dello specialista.

cordialità

Prof. Giovanni Maria  Colpi
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
lunedì 30 aprile 2012, dopo 2 ore
replica #3  -  Segnala allo staff
 

 

Vuoi rispondere al consulto?


Esegui il login (registrati e inserisci utente e password) e ti apparirà in questo spazio arancione il modulo in cui scrivere il testo.
 
 
 
advertising
 

Gratis il tuo consulto ora!

 
 
 
 
 
Medicitalia sito dell'anno 2013
ultima modifica:  01/07/2014 - 0,09        © 2000-2014 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896        Privacy Policy