Utente 103XXX
chiedo a tutti i professori la loro esperienza... cioè se han rilevato se fra itre farmaci inibitori pde5, dai pazienti ne viene segnalato uno piu potente degli altri..cioè che da una risposta erettiva maggiore, non come durata ma come intensita' di erezione...
e se sapete qualche notizia sui nuovi farmaci che dovranno uscire... avanafil, slx2101, befar, mad 2002, e la terapia genica di arnold melman
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
lei ha posto una domanda che richiederebbe per la sua risposta un intero testo di andrologia . Comunque, molto sinteticamente, le posso dire che l'Avanafil e l'Slx 2101 appartengono entrambi alla famiglia degli inibitori delle fosfodiesterasi ma sono ancora farmaci non completamente "testati" e non hanno ancora ottenuto le normali approvazioni degli organi di controllo internazionali. Il Befar è invece un gel alla Prostaglandina E1 sostanza nota , soprattutto se iniettata direttamente nei corpi cavernosi, come capace di determinare una rapida e valida risposta erettiva.
Altra cosa è invece la "terapia genica" proposta da Arnold Melman, Direttore del Dipartimento di Urologia dell’Albert Einstein College of Medicine della Yeshiva University . Questa prevede il trasferimento di DNA nudo alla muscolatura liscia dei corpi cavernosi. Si tratta cioè di veicolare nei corpi cavernosi un gene, l'hSlo, che codifica per i canali Maxipotassium. Ciò provoca l’apertura dei canali del potassio , si ha il rilascio della muscolatura dei corpi cavernosi, aumenta l’afflusso di sangue e quindi si ha l’erezione. Per ora la ricerca è ancora in un momento molto iniziale , lo stadio della Fase I, cioè su volontari sani. L’effetto che si ottiene non è solo un'erezione ma sembra che ci sia anche un risvolto terapeutico a "lungo periodo" . Detto questo comunque rimangono diversi interrogativi. Uno è culturale infatti la terapia genica si affida a vettori virali con tutti i problemi annessi e connessi a questo tipo di procedimento. Un secondo aspetto, più clinico, è la via di somministrazione, che richiede sempre un’iniezione nei corpi cavernosi .
Comunque chi vivrà vedrà.
Un cordiale saluto.
[#2] dopo  


dal 2008
GRAZIE DOTT PER LA RISPOSTA, COMUNQUE NELLE SPERIMENTAZIONI DI MELMAN...IL BENEFICIO SI HA PER 6 MESI.... CIOè DUE INIEZIONI ALL'ANNO...MI SEMBRANO ACCETTABILI..MOLTO PIU CHE UNA PROTESI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! OUNA PILLOLA OGNI GIORNO, O INIEZIONI OGNI GIORNO!
PER AVANAFIL E SLX2101 SONOIN FASE 2, SOLITMENTE QUANTO INTERCORRE PER FINIRE TUTTE E TRE LE FASI E POI L'APPROVAZIONE?
MI SA DIRE NELLA SUA ESPERIENZA QUALI DEI TRE INIBITORI RISULTA PIU POTENTE...COME RISPOSTA ERETTIVA, NON DURATA? A DETTA DEI PAZIENTI...
IL BEFAR HO TROVATO VARIE FARMACIE ONLINE, E ANCHE QUELLA DELLA NEXMED CHE LO SPEDISCONO, INSOMMA SI PUO ACQUISTARE, LE CHE DICE?
IO HO PROBLEMI DOPO L'USO DI UN ESTENSORE...E SO CHE LE PGE1 HAN POTERE OSSIGENANTE, E ANTICOLLAGENOSO, INSOMMA PIU RIABILITATIVO DEGLI INIBITORI, VORREI PROVARE UNA TERAPIA CON BEFAR E CIALIS, MA NON FARE INIEZIONI...
PENSA CHE SAREBBE UTILE TENTARE QUESTA STRADA?
SO CHE IL BEFAR DEVE STARE A TEMPERATURA TRA 2 E 8 GRADI, MA LA NEXMED DICE CHE PUO MANTENERSI A 25 GRADI PER 15 GIORNI, CHE DICE FAREI BENE A ORDINARLO?
LA NEXMED NEL SUO SITO DICE CHE FORSE SARA DISPONIBILE IN ITALIA NELLA PRIMA META' DEL 2007, LEI NE SA QUALCOSA VISTO CHE è NELL'AMBIENTE ANDROLOGICO?
COMUNQUE PER IL DISCORSO ETICO..LA TERAPIA DI MELMAN NON SUSSISTE IL PROBLEMA..IL GENE IN QUESTIONE NON SI ATTACCA AL DNA CELLULARE DELL'OSPITE..........
E DEL MED2002..NITRGLICERINA IN GEL SA QUALCOSA?
GRAZIE
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
da quello che ci scrive lei sembra avere una buona documentazione "elettronica" ma al momento le terapie che possiamo utilizzare con una relativa semplicità sono i tre inibitori delle fosfodiesterasi che le ho accennato . Sulla loro efficacia tutto dipende dalla situazione clinica che ci troviamo ad affrontare (tipo di problema erettivo , sensibiltà , farmacocinetica dei prodotti, situazione relazionale, ecc, ecc, ecc).Per le indicazioni terapeutiche più specifiche che mi chiede, nel tentativo di risolvere il suo problema , senza una valutazione clinica diretta, è impossibile darle un risposta precisa e corretta.
Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
prima di esprimere un qualsiasi parere, io personalmente attendo i risultati degli studi e delle valutazioni in corso in tutta la Comunità scientifica, attendo la pubblicazione degli studi in atto e i risultati dei "trials".
Affettuosi auguri
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  


dal 2008
certo dottore...anche perchè non si puo far diversamente...comunque la comunita' scientifica sull'efficacia di questi trattamenti in avanzato satadio di sperimentazione...si parla di fase II... è gia uniformemente concorede...
in piu per il befar... bhe quello è gia a disposizione in alcuni paesi gia dal 2002... senza contare la fentolamina e l'udenafil che son in commercio in altri paesi dal 2001... insomma siam sempre gli ultimi...e poi ci riteniamo all'avanguardia...
[#6] dopo  


dal 2008
chiedo ai dottori, informazioni riguardo le protesi peniene...
con l'inserimento delle protesi peniene, è possibile allungare eingrossare il pene?
quanto dura in media una protesi prima che si rompa?
quando non è piu funzionante, bisogna pagare ancora per averne un'altra o il costa della prima è comprensivo delle eventuali sostituzioni?
ci son alcuni medici che dicon che 'inserimento dlela protesi fa diminuire la lunghezza del pene, alcunui dicon di no, alcuni dicon che si puo allungare il pene con una protesi...
personalemnte ora uso gli inibitori, ma non penso che si possa andare avanti a vita...ma una cosa è certa non vorrei perdere dimensioni..gia non son soddisfatto di queste...quindi se dovro inserire una protesi vorrei un allungament odi qualche cm..e anche un bel ingrossamento..
qualcuno dei gentile professori qui, esegue questo tipo di intervento?
grazie a tutti