Utente 266XXX
Salve, sono una donna di 32 anni e da sei mesi io e mio marito stiamo cercando una gravidanza. Ho fatto una visita dal ginecologo il quale dice che è tutto a posto e di avere pazienza. So che è presto per pormi dei problemi ma se sapessi che anche lui è a posto starei più tranquilla, quindi gli ho chiesto di fare lo spermiogramma.
Ecco il risultato: Volume 4,3ml; Viscosità: normale; Ph 7.9; Numero Spermatozoi: 47 milioni/ml; Forme mobili: 60%; tipomobilità: lineare progressiva; Forme tipiche: 80%; Zone spermioagglut.: presenti. Vi ringrazio anticipatamente e porgo i miei più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,
L'esame di suo marito è normale ad eccezione della presenza di zone
di spermioagglutinazione. Queste agglutinazioni si determinano
fondamentalmente per due ragioni: 1) per infiammazioni
a carico della prostata e/o delle vescichette seminali 2)per la
presenza di autoanticorpi. Per tutto quanto
sopra bisognerebbe
eseguire una spermiocoltura e la ricerca di autoanticorpi
anti-spermatozoi. E' indispensabile poi che suo marito si sottoponga
ad una visita andrologica per completare la valutazione.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,
assolutamente daccordo con il Collega Giambersio. Magari fatevi consigliare dall'Andrologo un Centro qualificato per eseguire lo spermiogramma e il MAr test (test per valutare la presenza di autoanticorpi antispermatozoo)perchè non sono esami da effettuare in Laboratori analisi generici.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice ,
con il collega Benaglia , le consiglio di ripetere l'esame in un Centro qualificato che segua le direttive dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (l'80% di forme tipiche non è ,in questa luce, un dato realistico).
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
anch'io sono daccordo con il collega Giambersio sarebbbe utile una valutazione andrologica per indagare meglio la agglutinazione se si dovesse confermare in un nuovo spermiogramma
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

con questo esame del liquido seminale io continuerei, serenamente, ad avere rapporti sessuali cercando di averli nel periodo in cui lei avverte i segni della ovulazione ( dolorini, perdite di muco, piccole sensazioni personali).
Se dopo altri sei mesi non fosse successo nulla, solo allora visita ginecologica da ginecologo esperto in fertilità, nuovo esame del liquido seminale e visita andrologica.
Cercate di avere rapporti sessuali perchè è piacevole averli, non pensando solo alla possibile gravidanza !
cari saluti
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
come sempre, davanti a parametri come quelli presenti nell'esame del liquido del Suo compagno, io dico che l'esame va ripetuto presso Centri più qualificati. Lo spermiogramma che invia in visione è buono, fin "troppo" buono, per essere giudicato attendibile.
Invito il Suo compagno a ripeterlo, prima di intraprendere magari un iter diagnostico inutile.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2007
Gentili Dottori
vi ringrazio per le pronte risposte.
Il precedente esame è stato svolto presso il CTO di Roma
che abbiamo scelto se non altro perchè il più vicino.
Ora vi chiederei un consiglio su qualche altro centro
a Roma più qualificato per questo genere di esame.

Cordiali Saluti
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,
in questi casi la cosa migliore da fare è ,se possibile, chiedere un consiglio al proprio medico di medicina generale . Un'alternativa può essere quella di consultare il sito ufficiale della Societa Italiana di Andrologia: www.siandrologia.org.
Un cordiale saluto.