Registrati | Recupera password
0/0

Esami tossicologici

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009

    Esami tossicologici

    Buon giorno,
    tra tre giorni ho una visita medica al lavoro che prevede le analisi delle urine per vedere l'assenza di sostanze stupefacenti.
    Oggi pomeriggio recatomi a trovare il vicino mi sono accorto che stava fumando sostanze stupefacienti (haschis credo) sono immediatamente uscito dalla stanza ma credo di aver fatto un paio di boccate (indirettamente tipo fumo passivo) rischio qualcosa premetto che io non fumo neanche le sigarette....
    Grazie



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1636 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Medicina delle dipendenze

    Risponde dal
    2006
    Gli studi eseguiti hanno dimostrato che per risultare positivle le urine con il fumo passivo ci si dovrebbe trovare in un ambiente piccolo, non areato insieme a diverse persone che a stretto contatto fumano cannabis per un'oretta. In queste condizioni l'aria è più che altro irrespirabile per il fumo in sé.

    Ne consegue che nel caso di positività alla cannabis delle urine è estremamente difficile sostenere la tesi del fumo passivo.


    Dr.Matteo Pacini
    http://www.psichiatriaedipendenze.it

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Perfetto allora non corro rischi sono stato dentro circa 2 o 3 secondi..... eventualmente comunque per quanto tempo rimangono tracce nell'urine? e piu che altro il test quantifica un livello,o accerta solo la presenza della sostanza e non la quantità?
    Grazie
    Caspita divento ogni giorno più ansioso!!!credo di essere ad un passo dalla paranoia.



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 1636 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Medicina delle dipendenze

    Risponde dal
    2006
    Il test quantifica con un livello, ma dipende (a volte viene scritto solo positivo o negativo), la quantità decade nel tempo nell'arco del mese, ma dipende da quanto era l'esposizione iniziale.



    Dr.Matteo Pacini
    http://www.psichiatriaedipendenze.it

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    ok in pratica non corro alcun rischio....ho bisogno di sentirmelo dire ;-) visto che pratico una regolare attività fisica e sono stato esposto solo qualche secondo ricapitolando:
    sabato ore 16 circa entro in casa del vicino per 2/3 secondi mi accorgo dall'odore/nebbia che aveva fumato ed esco immediatamente
    domenica ore 10 un ora di jogging
    lunedi ore 15 un ora di palestra
    martedi ore 7.30 test delle urine.
    Vado tranquillo ho e meglio rimandare?



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 1636 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Medicina delle dipendenze

    Risponde dal
    2006
    é inverosimile un fumo passivo da far positivizzare le urine.

    Comunque rimandare non credo sia consentito, altrimenti non avrebbero valore medicolegale, se uno può farli quando vuole.


    Dr.Matteo Pacini
    http://www.psichiatriaedipendenze.it


Discussioni Simili

  1. Test antidroga
    in Medicina del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 13/06/2009, 19:11
  2. Visita medica estetiste
    in Medicina del lavoro
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 08/06/2009, 18:05
  3. Visita militare, drug test
    in Medicina del lavoro
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 11/05/2009, 16:12
  4. Test tossicologici per assunzione
    in Medicina del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20/05/2010, 16:06
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 23/10/2010, 13:15
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,14        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896