Utente 129XXX
Salve vi scrivo per aver un consiglio per mia sorella. Nel 2007 ha subito un intervento chirurgico di emicolectomia DX per ADK colon stadio pT3 N2 M0 G2 stadio C2 secondo MAC. Ha poi praticato Ct adiuvante (Folfox 4) per 12 cicli. A settembre 2008 si è avuta la comparsa di secondarismo epatico e a novembre 2008 ha subito un intervento di resezione III segmento epatico, colecistectomia, asportazione di linfonodi arteria epatica e legamento epatoduodenale, positivi per secondarismo intestinale. Da gennaio ha praticato Ct con Avastin, Irinotecan, Acido folico e 5 Fluorouracile per 12 cicli. Dopo ha continuato la ct solo con Avastin. A fine agosto le è stata fatta una tac dal seguente risultato:/ nel parenchima polmonare bilateralmente si osservano molteplici lesioni secondarie la maggiore delle quali nel segmento anteriore il lobo posteriore di sinistra misura 3,5 cm. Non sono presenti tumefazioni linfonodali mediastiniche. Nel fegato sono presenti alcune lesioni secondarie la maggiore delle quali nel segmento 6 in sede subglissoniana misura 2 cm./ Siamo abbastanza spaventati dalla situazione che sembrava progredire abbastanza positivamente. In questi giorni verrà vista da uno specialista di oncologia medica per un parere ma ci terrei ad avere anche il vostro; in particolare vorrei sapere se la strada finora seguita è stata corretta, se si può fare qualcosa di alternativo a vostro parere. Vi ringrazio anticipatamente per la vostra cortesia e resto in attesa di risposta.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

si tratta di una malattia con diffusione notevole. I passi sinora seguiti sono corretti. Direi che la cosa migliore da fare è una nuova chemioterapia (magari tipizzando nuovamente il tumore con una biopsia) abbinata ad ipertermia (vedi sito www.ipertermiaroma.it).

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it