Utente 129XXX
Buona Sera,
sono insieme con la mia ragazza da 2 anni, all'inizio quando l'ho conosciuta è stato difficile avere un rapporto sessuale:
Lei aveva già avuto rapporti precedenti, io alle spalle solo brutti ricordi:
La prima occasione l'ho avuta a 16 anni la ragazza ci stava, abbiamo fatto i preliminari ma io per tutto il giorno ero bloccato (gran brutta figura) dopo ho avuto altre occasioni con altre ragazze ma mi limitavo a baciarle per lo stesso problema (anni da incubo, mille pensieri in testa)
Poi conosco la mia attuale ragazza, all'inizio era così: stessi problemi, più volte passo la notte con lei ma io non mi spingo oltre ai baci, ogni sera spero che cambi qualcosa ma niente... Lei si chiede, giustamente, perchè non voglio fare sesso, mi mette alle strette ed io essendomi nel frattempo affezionato a lei decido di non "scappare" questa volta dal problema, anche se non gli racconto del mio passato svio la questione, se pur con grande imbarazzo, dicendoli che sono vergine... Lei è molto comprensiva, non mi mette peso su questo anzi si sente sollevata, le faccio credere, e mi autoconvinco che il problema è tutto li.
Nel giro di poco tempo, anche se non subito finalmente supero questo problema e facciamo l'amore! Mi sento rinato. Da li ad oggi facciamo sesso regolarmente, anzi sono sempre io che prendo l'iniziativa.
Conosco una nuova ragazza, anche lei è impegnata, diventiamo amanti segreti.
Con lei ho lo stesso problema, la vedo poco, ma con lei ho sempre fatto delle gran brutte figure, mi sento malissimo per questo, posso fare sesso solo con la mia ragazza? sono giovane e voglio conoscere anche nuove ragazze, il pensiero che questo problema e tornato mi dispera. Lo so che dovrei andare da un esperto, ma prendere il viagra a questa età mi vergogno, parlare con lei è inutile.. mi dice fa niente (tanto lei ha il ragazzo che la soddisfa, penso io) ma non è neanche particolarmente carina e comprensiva nei miei confronti.. Cosa posso fare... perfavore aiutatemi, datemi qualche consiglio...
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

forse tutto il "segreto" del suo problema sta in una delle ultime frasi che lei ci riferisce: "mi dice fa niente (tanto lei ha il ragazzo che la soddisfa, penso io) ma non è neanche particolarmente carina e comprensiva nei miei confronti".

Si ricordi che una buona "risposta sessuale" richiede, quasi sempre, perchè parta, una buona relazione ed una certa complicità di coppia e qui mi sembra che questa non ci sia !

A questo punto bisogna, prima di pensare a fantastiche terapie empiriche o peggio autosomministrate, consultare un bravo andrologo.

Sarà lui che, valutata attentamente la sua situazione in diretta, la indirizzerà successivamente forse verso una eventuale consulenza psicologica.

Nel frattempo, se desidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.