Utente 100XXX
a seguito di un intervento al braccio, a mio figlio di 13 anni , durante l'intervento ha avuto un po di aritmia cardiaca , ho effettuato privatamente una visita cardiologica ed il cardiologo mi ha riferito :ritmo sinusale fc 58 b/c - pre eccitazione ventricolare , il medico non mi ha riferito che tipo di complicanze pupo avere il ragazzo , giustamente era presente anche lui, potrei sapere a che rischi va incontro.
grazie un genitore apprensivo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentileutente,
la diagnosi di preeccitazione ventricolare potrebbe esporre il ragazzo a futuri eventi tachiaritmici, ma allo stesso tempo potrebbe rimanere una alterazione elettrocardiografica del tutto silente a vita. Utile in tali casi l'esecuzione comunque di un holter ECG ed un ecocardiogramma.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio per la celerità della risposta.
Il medico che la visitato vuole programmare uno studio transesofageo per la valutazione ed eventuale ablazione, presso la clinica Montevergine di Mercogliano (AV)...cosa ne pensa.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
In assenza di familiarità per morte improvvisa o per episodi di cardiopalmo o per tachiaritmie, lo studio elettrofisiologico non trova specifiche indicazioni, a meno che non vi siano altre caratteristiche cliniche non riportate.
Saluti