Utente 130XXX
Mio fratello ha subito un incidente al pollice destro che si é amputato a metà della seconda falange del pollice.Il danno maggiore é stato subito al polpastrello e superiormente fin sotto all'unghia che momentaneamente é
stata conservata.Dopo circa 20 gg. il tessuto del polpastrello é ancora parzialmente irrorato ma la necrosi é molto evidente.Al controllo
é stata consigliata l'amputazione parziale(al livello dell'unghia)della seconda falange.
Volevo chiedere se l' amputazione potrebbe conservare la capacità prensile e sopratutto la capacità di snodo tra la prima e seconda falange.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prima di amputare bisogna fare di tutto per cercare di conservare il più possibile, anche con innesti cutanei.
Il livello di amputazione però viene scelto dal chirurgo in base alla situazione clinica (io non riesco a ben capire il livello di amputazione, perché dire "a livello dell'unghia" non dà un'idea precisa). Il pollice conserva la forza se viene mantenuta la base della falange ungueale con le sue inserzioni tendinee; la capacità prensile è tanto maggiore quanto più l'amputazione è distale (=lontana dalla spalla).
Prima di amputare senta un secondo parere presso un chirurgo della mano, ad esempio presso la Clinica di Chirurgia Plastica di Bari oppure presso l'Ortopedia del Miulli, oppure l' Ortopedia dell'Umberto I http://www.asl.bari.it/UnitaOperativa.aspx?Organizzazione=488
Ci tenga aggiornati
Cordiali saluti