Utente 132XXX
Buongiorno, circa un mese fa il mio compagno (40 anni) è stato al prontosoccorso perchè in tarda mattinata ha cominciato ad accusare gradualmente sempre maggiore tachicardia, fiato corto, dolore al petto e soprattutto un fortissimo tremore alle mani e alle braccia. Lo hanno tenuto in osservazione fino a sera ed è poi rientrato a casa con delle gocce di calmanti che nei giorni successivi gli hanno fatto passare del tutto i disturbi. Pochi giorni fa si è svegliato all'improvviso durante la notte dicendo che era come se non riuscisse a respirare e durante il giorno ha avuto ancora un pò di tachicardia, anche se in forma molto più lieve.
Ieri ha effettuato la visita sportiva da un cardiologo con lo step test e tutto è risultato ok (anche la pressione: 120/80). Dato il buon esito della visita sportiva possiamo considerare gli episodi precedenti come dovuti allo stress o sarebbe il caso di approfondire? (ci sono rischi cardiovascolari che sfuggono ad una visita sportiva?)

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in base al suo scritto e soprattutto considerata la negatività degli esami cui si è sottoposto il suo compagno, è molto probabile che l'ipotesi ansiosa sia quella giusta.
Al momento sebbene non sembrerebbe il caso di effettuare particolari accertamenti sarebbe utile contattare il curante solo in caso di ulteriori dubbi o sintomi.
Saluti