Utente 285XXX
Ho 29 anni. Da qualche settimana mi è comparso un brufolo piccolo di colore rosa/bianco sul glande, che non mi dava e non mi dà alcun sintomo. L'ho sicuramente sottovalutato. Dalla scorsa settimana mi è comparso un altro piccolo brufolo, più vicino al prepuzio, di colore più rossastro e venerdi scorso mi è venuto un gran bruciore/prurito e avevo continuamente stimolo di andare a fare pipì. Sabato pomeriggio sono andato al pronto soccorso e mi hanno diagnosticato una cistite, senza dare troppa importanza ai due brufoli. Mi hanno dato questa terapia: gentalin beta pomata due volte al dì, ciproxin due volte al dì. Finora dalla terapia ho ottenuto solo la quasi totale scomparsa del prurito e dello stimolo di andare urinare.
Ieri sono stato da un andrologo/urologo e secondo lui potrebbero essere due condilomi. Mi ha confermato la cura datami al pronto soccorso e in più mi ha dato da mettere (in alternativa a gentalin beta) la soluzione condyline. Mi ha detto anche di mangiare in bianco e molta frutta e verdura.
I due brufolini però, secondo me, sono un po' diversi e uno dei due (l'ultimo in ordine in arrivo) mi ricorda tantissimo le afte, di cui soffro molto spesso e che mi vengono all'interno della bocca.
Vi segnalo anche che l'ultimo rapporto l'ho avuto quasi un mese fa con la mia ex-ragazza (eravamo assieme da 4 anni e quasi sempre rapporti protetti). L'ho avvisata subito venerdi sera di quello che mi stava succedendo e lei ha detto che finora non ha alcun sintomo e segnale di niente. Devo dirvi anche che negli ultimi 3/4 anni mi è capitato di ricevere rapporti orali non protetti.
Sto un po' entrando nel panico. Su internet si dice di tutto sul papilloma virus, la candida, ... sino all'HIV... che devo fare? Continuo a fare la terapia anche se il glande mi brucia nella zona intorno al brufolo numero 2 (oggi mi si è anche un po' arrossata la zona).
E' il caso che mi faccio vedere da un dermatologo?
Grazi mille,
Carlo

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
le consiglio cmq una visita da un venerologo
[#2] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile paziente,
purtroppo lei non si è rivolto allo specialista giusto, perchè l'urologo, ancorchè una straordinaria figura professionale, è tutto tranne che un esperto in Malattie Sessualmente Trasmissibili e patologia delle mucose genitali.
L'ideale sarebnbe stato un buon dermatologo, l'unico specialista, non mi stancherò mai di dirlo, culturalmente preparato a valutare ed a trattare sia le MST che la patologia delle mucose genitali, ma tant'è....
Il quadro che lei descrive, sicuramente accompagnato ad una cistite, richiederebbe, a parer mio una valutazione da parte di un occhio esperto, per valutare:
a- se realmente lei ha una condilomatosi
b- farle una diagnosi precisa (ricordiamo che le MST si possono contrarre anche più di una per volta, per cui ci potrebbe essere più di un quadro sovrapposto)
c- darle una terapia non alla cieca ma mirata
D- consigliarle come deve comportarsi a livello di profilassi per non beccarsi più altro

Ricordo inoltre che la podofillina non è un farmaco da usare alla leggera ma una potente tossina che, se usata male può fare realmente dei veri e propri buchi nelle mucose genitali

Rimango a disposizione per altre domande o richieste lei avesse

Cordiali saluti

Dr. Mocci
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Concordo pienamente con i Colleghi Dr. Mocci e Dr. Quarto, ed aggiungo che è quantomai necessario escludere, dalla descrizione del caso che si tratti di un Sifiloma primario multiplo, malattia che si cura benissimo, ma serve precocemente una diagnosi.

Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA