Utente 134XXX
Buongiorno, spiego berevemente la mia situazione.
Da 2 anni ho iniziato ad usare un bite notturno per problemi di bruxismo.
Ho sospeso di mia iniziativa in quanto ho iniziato ad avere l'apertura della bocca a scatto. Le articolazioni mandibolari iniziavano come a scricchiolare ed alcune volte la mia bocca si bloccava in posizione di semi apertura.
Con l'utilizzo di integratori di vitamina D, su consiglio del medico, ho risolto il problema dello scricchiolio, se è parso essere una micro frattura delle articolazioni, che sono quindi andate a posto. Adesso però la mia bocca ha un'apertura parziale che mi rende problematico anche mangiare, ho problemi nella masticazione in quanto non posso più consumare cibi semi duri in quanto faccio fatica per via della poca apertura e della masticazione che se sforzata diventa quasi dolorosa in prossimità delle articolazioni.
Chiedo consigli, se possibile, su come poter risolvere la situazione.
I miei timori su un'eventuale intervento chirurgico sono dovuti alla mancanza di certezze sulla riuscita, oltre che dalla normale paura per interventi così invasivi, anche per via del decorso chlinico che mi hanno prospettato anche abbastanza lunghi.
Ringrazio in anticipo per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Occorrerebbe un consulto gnatologico, più che maxillo-facciale.
Uno scricchiolio non si risolve, comunque, con delle vitamine: consideri la cosa come una coincidenza e nulla più.
Prima di pensare ad un eventuale problema chirurgico, occorre fare una diagnosi, e lo gnatologo è la figura professionale, allo stato attuale, più indicata per il suo tipo di patologia.
[#2] dopo  
Utente 134XXX

Iscritto dal 2009
Ringrazio per la risposta
Effettuerò la visita e aggiornerò appena possibile
grazie