Utente 335XXX
A seguito di glomerulonefrite membranosa a mia moglie è stata prescritta una cura a base di CICLOFOSFAMIDE (Endoxan) per 2 mesi e cortisone. Avendo già terminata tale cura da 3 mesi lamenta una copiosa caduta di capelli che non accenna a diminuire. E' normale che a 3 mesi dalla fine della cura la caduta persista ancora? Quali accertamenti dovrebbe fare. Grazie.
Antonio Carpentiero

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli
28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gent.mo Sig Antonio
Un trattamento con ciclofosfamide (farmaco che possiede proprietà antitumorali e immunosoppressive)è causa quasi costante di alopecia (perdita di capelli) che può essere impeortante e prolungata. Generalmente, se la terapia viene sospesa si assiste ad una progressiva ricrescita dei capelli, che comunque non è immediata e rapida. Bisogna anche ricordare che questi farmaci hanno una serie di effetti collaterali che possono interessare ad es anche la qualità del sangue (con alterazioni numeriche dei globuli rossi e bianchi). Pertanto è sempre utile controllare anche i valori ematici per escludere una anemia e una carenza di ferro. Se comunque la terapia è stata sospesa sarei ottimista nel medio periodo.
Cordiali saluti