Utente 109XXX
Siamo molto preoccupati per la situazione di mio marito anni 68, diabete tipo 2, trigliceridi, no colesterolo. Quattro mesi fa a causa di un improvviso dolore fortissimo alla gamba (con mancanza di pulsazione e gonfiata in modo vistoso), veniva sottoposto a intervento in urgenza di bypass con l'aorta per aneurisma popliteo di cm. 12 x 8 ca. Nell'occasione veniva evidenziato lo stesso problema nell'altra gamba con previsto intervento ugualmente di bypass la settimana prossima. Purtroppo tre giorni fa un forte dolore al torace e al braccio ci ha portato nuovamente in pronto soccorso ed è stato sottoposto ad angioplastica.
Ci è stato quindi detto che con la terapia che dovrà instaurare non potrà essere operato. Cosa può succedere alla gamba ancora da operare, visto che ci avevano parlato di forte rischio di amputazione e di embolo. E se dovesse succedere la mancanza di polso come allora, cosa si potrà fare?
Chiedo scusa per la poca chiarezza forse nel porre il problema.
Vi ringrazio e attendo con ansia una risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
francamente non è possibile esprimere un'opinione al merito in mancanza di una accurata documentazione clinica vista, purtroppo, la effettiva poca chiarezza espressa sull'attuale terapia e/o condizione clinica di suo marito.
Saluti