Utente 590XXX
Salve, è da quando ho 16 anni che lotto con le gambe gonfie...oggi ne ho 31 e non ho ancora risolto la situazione.
Premetto che avevo la nonna che soffriva di flebite.
Ho già fatto ECODOPPLER(Arterioso: modeste ipoplasie alle due tibiali anteriori, restante regolare.- venoso: circolo profondo pervio bilateralmente.Insufficienza di modeste entità del tratto iliaco femorale bilateralmente. Ritardo di chiusura delle valvole safeo femorali alle crosse.incontinenza di 1°grado della safena interna dx, nulla a sx.)e la
SCINTIGRAFIA LINFATICA (Via di risalita linfatica evidente in entrambi gli arti inferiori con distribuzione sostanzialmente regolare e simmetrica dei linfocentri inguinali ileali, lomboaortici e poplitei. All'arto inferiore dx a livello della gamba probabile presenza di area di stop linfatico con iniziale aspetto tortuoso si alcune vie superficiali.)
A livello estetico le gambe si presentano di colore "tipo mortadella" con zone più rosse e altre più chiare, la caviglia non esiste più(!) e se si passa un dito sopra la zona che va dal collo del piede al ginocchio si sentono degli avvallamenti sottocutanei(secondo me edemi).
Prima a toccarle anche solo con un dito mi facevano male e cmq non posso stare tante in piedi ferma sulla stesso punto...
Io cerco di bere molto, quando posso faccio nuoto ed ho preso anche per un po' dei medicinali ma le Daflon, , il Centellase, il Flebostasin non mi fanno nulla e l'unico che mi dava dei risultati, il Linfonormbbinato al Reparilexin li ho dovuti smettere perchè mi facevano venire troppo mal di stomaco.
Il flebologo m'ha fatto fare anche dei cicli di bendaggio dove miracolosamente mi son rivista la caviglia ma poi dopo tanto ritorna quella sensazione di gonfiore...
Ora mi domando...che soluzione c'è per me?
Ho girato diversi e tanti angiologi che m'han fatto capire che non posso farci nulla e quindi di rassegnarmi...un dottore m'ha proposto di togliermi anche la safena ma ho paura...e l'ultimo dal quale sono andata è un Flebologo (che poi è quello che m'ha preso un po' più sul serio facendomi fare anche la scintigrafia)e m'ha detto di non fare assolutamente nessun intervento chirurgico perchè nel mio caso sarebbe controproducente ma di abbinare pressoterapia a linfodrenaggio.
Ma tutti prendono in considerazione solo il lato medico e non anche quello estetico...ma io ho 30 e vorrei rimediare anche a livello estetico!!infondo non sono un'anziana signora!
Ah, dimenticavo...porto anche già quelle meravigliose calze mediche CCL2!!Ora mi sono convinta di comprarmi l'attrezzatura per fare la pressoterapia perchè il Flebologo ha detto che dovrei farla tutti i giorni!(quando la facevo nel centro estetico effettivamente ero meno gonfia e urinavo molto!)
Ditemi, aiutatemi...c'è dell'altro che posso fare? le gambe ora mi fanno meno male(con quelle calze d'amianto era il minimo!) ma vorrei sapere se riuscirò a rivedermi prma o poi anche le caviglie!!!!
Aspetto speranzosa una vostra risposta!grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Di Giacomo
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Prenota una visita specialistica
Buongiorno.
La pressoterapia è un'ottima soluzione al suo problema e acquistare l'apparecchio (se ho capito bene) è stata una mossa vincente in quanto le permette di sottoporsi alle sedute quando e quante volte vuole. E lei ben sa e scrive che più volte si fa e meglio si sta.
Le calze elastiche sono un'altra buona idea ma bisogna ricordare sempre che queste non servono a sgonfiare le gambe ma a far sì che non si gonfino. Vanno, infatti, indossate a gambe sgonfie (la mattina prima di alzarsi anche a fare pipì!) e tolte quando si ha la certezza che di lì a poco ci si potrà coricare per alcune ore.
Il linfodrenaggio manuale per alcune persone è un'esperienza quasi mistica dato il sollievo che porta. Ma c'è un problema: bisogna mettersi in mani esperte per ottenere risultati.
Rialzi sotto il materasso dalla parte dei piedi, consumo di molte acqua, frutta e verdura, riduzione del sale, attività fisica soprattutto in scarico (nuoto, aquagym, ciclismo, cyclette, spinning) e altre misure "igieniche" sono rimedi ovvii ma sempre validi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 590XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la risposta veloce!
Purtroppo faccio già tute queste cose...: le calze le metto la mattina prima di scendere dal letto e le tolgo la sera poco prima d'andare a dormire per fare la doccia...dormo con un cuscino sotto le gambe, cerco di bare molta acqua e quando posso faccio acquagym o di camminare molto...
L'apparecchio per la pressoterapia lo comprerò o questa sett o la prossima...ne ho trovato uno professionale di una ditta di Bologna che mi sembra valido...
Il Flebologo ha detto che dovrei farlo tutti i giorni per circa 20 minuti ad una pressione di 40-50...eppure quando la facevo nel centro estetico la facevo con una pressione di 120!!!!!Lui dice perchè nel centro si preoccupavano di "strizzarmi" per far sì che "sgonfiassi" velocemente ma che questo è controproduttivo mentre facendolo ad una pressione inferiore aiuterei meglio il drenaggio naturale...è vero? io punto a stare meglio fisicamente perchè ero arrivata al punto che le gambe mi provocavano anche dolore al tatto ma vorrei anche migliore esteticamente dato che sono giovane e vorrei permettermi anche qualche gonna!
Scusatemi per lo sfogo e se risulto prolissa ma per me questo è un grande problema che mina anche la mia femminilità!
Ringraziandovi anticipatamente aspetto vostri consigli su come usare la pressoterapia!
Grazie di vero cuore da me edalle mie gambe!!!!!!!
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Di Giacomo
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Rieccomi.
La pressione di 120 è ottima ma va divisa in due sedute da 60 ognuna per 20 minuti mattina e sera. Mi auguro che lei abbia il tempo per farle ma credo che anche con poco tempo a disposizione un momento si trovi.
Mi tenga aggiornato.
Auguri di cuore
[#4] dopo  
Utente 590XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la velocità nel rispondermi!!!!!!!!
ho avuto la conferma che andrò a prendere il macchinario mercoledì prox...non vedo l'ora!...oltre a sperare d'intravedere le caviglie(!!!) spero di riuscire anche a sconfiggere quesgli avvallamenti sottocutanei(?) che ho nella zona tra il collo del piede e il ginocchio!!!!!
Cmq le farò sapere...è il meno che posso fare dopo la sua disponibilità! grazie ancora!
P.S: il tempo lo troverò a costo di farlo di notte!hi!hi!
[#5] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
a completamento di quanto correttamente consigliatole dal Dr Di Giacomo, la invito a leggere il MinForma http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=86490 .
La possibilità di eseguire la pressoterapia al proprio domicilio è un'ottima soluzione che anch'io incoraggio quando possibile; ma la procedura va comunque sempre eseguita con l'opportuna indicazione e sotto periodico controllo medico, trattandosi di metodica non banale e non priva di pericoli come sembra, oltre che dotata di precise controindicazioni.
Ne è la dimostrazione quanto le veniva erroneamente praticato presso il centro estetico (120 mm/Hg!!!).
e quanto invece giustamente suggeritole dal Flebologo (40-50 mm/Hg).
Pressioni troppo elevate, e nel suo caso non indicate, possono addirittura peggiorare la situazione.
[#6] dopo  
Utente 590XXX

Iscritto dal 2008
Grazie anche a lei per il consulto! ...effettivamente durante le sedute di pressoterapia che facevo nel centro estetico le gambe sembravo più sgonfie ma quando, poi, ho dovuto interrompere il trattamento(che cmq facevo 1 volta a settimana-perchè mi costavano troppo le sedute singole!) mi sono ritrovata ad avere più cellulite di prima!!!!!!!!!!!
grazie ancora, vi farò sapere...
Nel frattempo se aveste anche da consigliarmi(o come si dice di darmi una "dritta") con quali criteri scegliere il macchinario io ne sarò felice...prima di comprarlo è sempre bene ascoltare diverse opinione giacchè non costa 2 soldini!!!!!!
...quello che avrei trovato io(che è di una ditta di Bologna)è a pressoterapia sequenziale a gradiente di pressione distale-prossimale distribuito su 8 uscite, range di pressione 0-160mm di Hg, ciclo operativo 30 secondi.
Altrimenti ce n'è un altro dove il range è di 0-80 mm di Hg e il ciclo operativo è di 60 secondi...
grazie ancora!