Utente 135XXX
Buona sera,

Il mio fidanzato (28 anni) è stato operato a luglio per sospetta appendicite.
("sospetta" in quanto mancavano i tipici sintomi quali nausea, dolore causato dalle manovre specifiche, dall'eco non si vedeva granchè)
L'hanno aperto è hanno scoperto un'appendicite gangrenosa con ascesso pelvico; l'appendice era retrocecale e inglobata nelle anse intestinali, ed è per questo che non causava eccessivo dolore, ma una sensazione di forte malessere generale accompagnata da febbre. Fin da subito dopo l'operazione tuttavia, accusava solo un fastidio sopra la vescica, specie durante la minzione. La riabilitazione è stata lunga e dolorosa, ma tutto sembrava andare per il meglio.

Da fine settembre (quidi passati quasi 2 mesi dall'intervento), da un giorno all'altro, accusa i seguenti sintomi: formicolio e sensibilità testicolare, impossibilità a indossare slip stetti o pantaloni "aderenti" tipo jeans, minzione difficoltosa, sgocciolio finale. E ancora: debolezza, insonnia, tremori muscolari (a mio parere sintomi di ansia e causati dalla paura di avere qualcosa di molto brutto). Tra l'altro tempo fa (dopo l'operazione) si è formata una piccola ciste sul pene (ma l'urologo ha escluso la necessità di dover indagare ulteriormente..)

Per ora gli esami del sangue, l'ecografia addominale e testicolare non hanno fatto riscontare nulla, a parte delle microcalcificazioni ai testicoli e il livello di acido urico un pò più alto della media. A breve dovrà fare speriocoltura e spermiogramma, abbinato a esame del sangue per marker tumorale.

La mia domanda è: un ascesso pelvico o un'operazione chirurgica abbastanza invasiva, potrebbe aver causato una prostatite? (In internet ho letto che la prostatite può causare molti dei sintomi da me elencati).

Cosa ci consigliate di fare?
Grazie per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La prostatite potrebbe in effetti essere correlata ai sintomi che elenca, tuttavia il rapporto con l' appendicectomia e l' ascesso pelvico non appare tipico nè probabile.Credo sia corretto seguire le indicazioni dell' urologo. Augui!
[#2] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio Dottore, speriamo che tutti i fastidi si risolvano il prima possibile!
Grazie ancora per il sollecito riscontro.