Utente 831XXX
Salve dottori.. avrei una domanda interessante da farvi! ho consultato tutta la rete, ma non sono riuscito a chiarire i miei dubbi riguardanti i peeling chimici all'acido glicolico al 70%.. quindi spero di contare sul vostro aiuto! Ho notato che è un tema molto trattato.. e di solito i pazienti ricorrono a questa pratica perchè non ha un costo altissimo come i vari laser in uso!
E' da tempo che vorrei fare un peeling all'acido glicolico per il mio viso, dato che ho qualche segno profondo d'acne che non è andato più via! Ho letto che il periodo migliore per farli è novembre-dicembre-gennaio-febbraio.. praticamente i periodi freddi.. più fa freddo, megliori saranno i risultati.. poi c'è meno sole, quindi bassi rischi che si verifichino iperpigmentazioni! Ma facendo varie ricerche, ho notato che questo peeling ha molte controindicazioni:
· Psicosi.
· Herpes simplex (nella sede di esecuzione del peeling).
· Infezione batterica (nella sede di esecuzione del peeling).
· Diatesi fibroblastica (rischio di formazione di cheloidi).
Quest'ultimo punto è quello che mi preoccupa maggiormente.. ma com'è possibile.. io vado a farmi un peeling per eliminare le cicatrici.. e corro il rischio di procurarmene altre!?!?!? caso vuole che sono un soggetto che facilmente fa cheloidi sui tagli profondi (chirurgici)! E invece il medico che me ne parlò disse che non c'erano rischi di NESSUN TIPO!!!!
Poi ho trovato questo video che mi ha non poco spaventato:

http://www.youtube.com/watch?v=zVarrpAriC4&translated=1

Le domande finali sono:
1) ma conviene sottoporsi a questa pratica o è pericolosa?
2) la consigliereste a voi stessi o a un vostro figlio?
3) dal giorno in cui uno si sottopone al peeling, dopo quanto tempo può riprendere le normali attività sportive e lavorative?
Dai vostri consiglio valuterò se farlo o meno!
Un grazie a tutti coloro che risponderanno!
Un cordiale abbraccio
[#1] dopo  
Dr. Francesco Scarpa
24% attività
12% attualità
0% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Buona sera,
l'acido glicolico se eseguito da mani esperte (con preventiva preparazione della cute e graduale aumento della percentuale di acido) non crea problemi. Piuttosto non da grossi risultati sulle cicatrici acneiche (soprattutto se come lei scrive profonde). Personalmente utilizzo il laser co2 per trattare questo inestetismo.
Tutte le metodiche che prevedono esfoliazioni marcate o soluzioni di continuo richiedono molta attenzione se la persona ha tendenza a formare cheloidi.
Rispondendo alla sua seconda domanda il peeling all'acido glicolico me lo farei solo per ringiovanire la pelle non per trattare cicatrici da acne.
Considerando che la sensibilità al peeling è diversa da individuo ad individuo dopo il peeling all'acido glicolico la ripresa delle attività è pressochè immediata (attenzione alle attività sportive nei giorni successivi al peeling). Bisogna fare molta attenzione all'esposizione solare nel post peeling(per questo è utile eseguirlo nei mesi invernali).
Se proprio volesse fare un peeling per le cicatrici acneiche le consiglio il TCA (acido tricloroacetico) o i peeling combinati (utilizzano due acidi in associazione).
Per quanto mi riguarda e secondo la mia personale esperienza il laser rimane superiore nel trattamento delle cicatrici acneiche e permetteun maggior controllo della profondità d'azione.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 831XXX

Iscritto dal 2008
Dottore grazie infinite per la risposta! quindi ricapitolando.. facendo una seduta di peeling all'acido glicolico al 70% c'è qualche possibilità che si formino cheloidi? questa è la cosa che mi tiene più sulle spine e mi blocca!
Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Francesco Scarpa
24% attività
12% attualità
0% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Buona sera,
qualche possibilità c'è ma se il peeling viene ben gestito i rischi sono molto bassi ma non nulli.
Cordiali saluti