Utente 233XXX
Giovedi' Il mio ragazzo (21 anni) si e' ferito con la falciatrice. Un dito
e' stato quasi tranciato nella prima falange superiore ma e' rimasto
attaccato per una parte. Al pronto soccorso gli hanno fatto un intervento
ambulatoriale ma con anestesia e gli hanno ricucito il tutto. Il problema
pero' e' che dalle lastre e' risultato che nella falange incidentata manca
un pezzetto di osso...circa 5-6 mm. Per questo motivo il medico chirurgo gli
ha inserito un ago di siringa nella prima falange in modo che i due
pezzettini (a lui praticamente manca il pezzo in mezzo) rimanessero
collegati ma con uno spazio in mezzo. IL medico pero' gli ha detto che
l'osso deve riformarsi da solo in 35 gg o altrimenti la falange deve essere
amputata perche' nn c'e' modo di salvarla?..ma e' possibile che nn si siano
protesi o qualsiasi altra cosa nel caso l'osso nn ricrescesse da solo?..e
soprattutto quanto e' possibile che cio' accada e si sistemi da solo?
Facendo il controllo il giorno dopo l'incidente tra l'altro hanno visto che
il dito ha reagito bene e la vascolarizzazione in perfetto stato senza
nessun tipo di necrosi.
Voi sareste intervenuti allo stesso modo? che cosa ci dobbiamo aspettare?


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
25413

Cancellato nel 2013
Gentile Utente,
in pronto soccorso mi sarei comportato esattamente come ha fatto il Collega, salvo poi far valutare il paziente ad uno specialista chirurgo della mano.
Se non c'è necrosi e la vascolarizzazione è buona, sarei ottimista sulla ripresa del dito.
Auguri
Giovanni D. Tebala
gtebala@medicitalia.it
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2006
Si infatti è stato proprio un chirurgo specialista della mano ad eseguire l'intervento.
Ha tentato un'osteosintesi sulla falange distale del quarto dito.
Anche il chirurgo ha detto che c'è possibilità che riscresca l'osso da solo. Un altro chirurgo consultato oggi ha detto che potrebbe essere possibile un innesto d'osso nel caso in cui non l'osso non ricresca da solo.
[#3] dopo  
Prof. Enrico Margaritondo
20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2005
Il trattamento in urgenza è stato eseguito correttamente.Per quanto riguarda la riparazione della falange ossea 35 giorni sono pochi per poter avere una rigenerazione ossea in uno spazio libero di 5-6 mm. Vi sono comunque vari metodi a cui poter ricorrere (innesti, ecc.) prima di dover amputare una falange in buone condizioni.
Enrico Margaritondo
Chirurgo della Mano
[#4] dopo  
Dr. Francesco Cembalo
16% attività
0% attualità
0% socialità
EBOLI (SA)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2002
Sicuramente era quello da fare in tale circostanza, la sintesi effettuata con l'ago da siringa deve avvicinare quando più possibile le due estremità dei monconi ossei residui. La rigenerazione ossea avverrà credo, data la mia esperienza, con qualche settimana oltre i trentacinque giorni indicati dal collega che ha eseguito l'intervento. Nel frattempo si può monitorare l'accrescimento osseso con delle radiografie di controllo a venti giorni. Se la vascolarizzazione è ritornata normale vi saranno delle ottime possibilità si successo di rigenenrazione.
[#5] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2006
Grazie mille per le risposte. Martedi' fara' una lastra e vedremo un po' ma dubito che dopo 2 settimane si possa vedere qualcosa.
Volevo chiedere un ultima cosa. Un suo parente possiede un apparecchio per la magneto terapia e avendo qualche conoscenza gliel'ha consigliata per aiutare la crescita ossea. E' possibile effettuarla nonostante nel dito sia presente un ago di siringa? e soprattutto e' utile?
Grazie
[#6] dopo  
Dr. Alberto Polito
16% attività
0% attualità
0% socialità
ROCCADASPIDE (SA)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2001
concordo con i colleghi e in particolare con hi ha asserito che, forse, qualche settimana in più rispetto alle 35 bisogna aspettare, viceversa se non va bene si aspetta qualche settimana in meno. Alla luce di quantyo detto, io aspetto con la giusta dose di ottimismo.....Per la magneto: aspettiamo gli sviluppi poi sarà lo specialista a decidere.In bocca al lupo
[#7] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2006
gentili dottori..a distanza di un mese circa il chirurgo non ha voluto ancora effettuare nessuna radiografia, pertanto siamo ancora qui in attesa..gli ha fissato la radiografia per il 24 aprile..quindi ancora 2 settimane..ieri gli hanno tolto i punti ed e' andato tutto bene.
[#8] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2006
Gentili dottori volevo ringraziarvi per il vostro aiuto e il vostro ottimismo ma purtroppo dalla radiografia di martedi' 24 aprile a distanza di poco piu' di un mese e' risultato che l'osso non si e' mosso e non e' cresciuto di niente. Il dito sta guarendo magnificamente ma niente lo stesso. Ora gli hanno tolto punti e ago e gli hanno detto di aspettare a vedere se l'unghia ricresce in modo da poter sostenere cmq il polpastrello qualora l'osso non ricrescesse mai.
Ci hanno pero' detto che non e' ancora detto che l'osso nn ricresca piu' ma che puo'darsi che si riformi in piu' mesi visto che e' una cosa molto lunga a loro parere.
Ora nn sappiamo cosa fare, Non esistono delle terapie o delle sedute magari con qualche apparecchio come la magneto terapia che possano aiutare la crescita ossea?..dobbiamo solo aspettare e sperare?
Inoltre pensavamo che forse sarebbe opportuno sentire un altro parere e prenotare una visita in un altro centro. L'intervento e' stato eseguito all'ospedale di Novara e essendo di vercelli pensavamo che magari una visita al CTO di Torino potesse essere utile. Cosa ci consigliate?