Utente 805XXX
Buongiorno a tutti i dottori,


ho finalmente capito quale è stata la causa e quale è ancora la causa di tutti i miei problemi sessuali(calo libido e problemi di erezione).

Nel periodo tra la fine del 2001 e l'inizio del 2002 ho assunto per 3 mesi propecia 1mg e HO LA CERTEZZA che la causa di tutto è stato questo.

Per favore vorrei chiedere a voi come uscire da questo incubo.


Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
raramente 1 mg di finasterida da problemi sessuali peraltro reversibili in pochi mesi/settimane. Farncamente non capisco da dove derivi la sua certezza, la pergo di non prendere in tono polemico tali parole, ma solo in tono interrogativo.
[#2] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Tra gli effetti collaterali della Finasteride viene segnalato un lieve calo del desiderio sessuale, impotenza, diminuzione della libido e del volume dell'eiaculazione; si tratta di effetti REVERSIBILI che cessano gradualmente dopo la sospensione del farmaco.

Ma tra gli effetti collaterali è segnalato, al contrario, anche un aumento della libido; infatti, non è un antiandrogeno e può aumentare i livelli di testosterone in un certo numero di casi.

Vi è da dire gli effetti sulla sfera sessuale sono stati riscontrati nel 3,8% dei casi, ma anche nel 2,1% di coloro che avevano assunto un placebo nel corso dello studio; ciò significa che può avere un ruolo importante anche l'effetto psicologico.
[#3] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
la certezza che ho è dovuta a questo:


io sono sicuro perchè prima di assumere questo VELENO ero perfetto... questo VELENO mi ha proprio inibito parecchio le pulsioni e arrecato problemi di tipo psicologico anche... inoltre rispondendo al gentile medico che ha detto che fa alzare il testosterone(è vero infatti quando lo assumevo ero davvero aggressivo... una persona diversa) io so che questo farmaco inibisce il DHT che è un ormone molto più potente del testosterone dal punto di vista sessuale. Con il tempo le cose sono andate leggermente migliorando... ma non sono mai tornato al 100%.


da molti(ma non tutti) i medici mi è stato detto che è tutto un effetto psicologico oppure problema di infezione/infiammazione alla prostata...

Un dottore che conferma la mia ipotesi confermando che si tratta di VELENO PURO è il vostro collega esimio Dottor Carlo Rando con il quale mi piacerebbe tanto confrontarmi.


Comunque sia vorrei sapere se qualcuno, anzi... quanti dei Vostri pazienti ha manifestato gli stessi sintomi miei e mi piacerebbe confrontare i pareri per sapere come avete affrontato e possibilmente risolto il problema.

Ancora grazie.
[#4] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
ORZINUOVI (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
confermo che, da studi personali, con centinaia e centinaia di pz trattati , studi liberi, e studi provenienti dalla MSD, si può escludere che la finasteride possa indurre una danno permanente simile a quello riportato.
Il farmaco dà una inibizione dell'enzima 5 alfa reduttasi, e nel momento in cui questo viene sospeso, questo enzima ritorna tranquillamente a catalizzare la reazione che a livello del follicolo pilifero trasforma il testosterone in Diidrotestosterone.
Lo potrà notare anche dal fatto che la sua chioma non è migliorata, o se era migliorata è tornata come prima.
Quindi suppongo che le cause del suo problema vadano ricercate in altra direzione.
Ma se vuole può fare esami ormonali , per vedere i suoi livelli di androgeni (PS non è vero che il DHT sia l'androgeno più potente, quando mai).
Non conosco il Dottor Rando , ma evidentemente avrà altre informazioni ed altre esperienze , a tutti noi sconosciute.Ci faccia sapere nel caso
Cordialità
[#5] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
la medicina ufficiale non è una scienza perfetta.


Inoltre sono in molti a nascondere i problemi arrecati da questo farmaco, per vergogna o altro. Leggo su internet quante persone che hanno avuto problemi come i miei. Sono TANTE...



dottori state attenti a chi somministrate questo farmaco... a me e non solo a me ha prodotto SERI danni che sto ancora cercando di risolvere... e l'ho assunto per soli 3 mesi... meno male che mi sono accorto subito dei danni... e del livello di tossicità che ha avuto sul mio fisico...




State attenti perchè arreca gravi danni questo farmaco... ma possibile che ancora non l'abbiano ancora bloccato dal commercio? Un farmaco che dovrebbe curare un problema ESTETICO arreca danni di tipo FISICO?

maledetto il giorno in cui ho iniziato questa "cura"..
[#6] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Gentile dottor Griselli,

da quando ho capito i danni che provoca questo farmaco dei capelli non me ne importato più niente! E questo è solo un modo delicato per dirlo...



io spero che se c'è qualche ragazzo come me che sta leggendo le vostre risposte, non dategli ascolto... questo è un farmaco che arreca gravi danni... informatevi con chi l'ha provato sulla propria pelle...


gli esami ormonali ne ho fatti tanti e c'era semrpe un valore che era leggermente sotto la norma ma siccome non voglio dire cavolate prima di dire di che valore si tratta andrò a cercare l'esame.

trattasi di ormoni... quindi anche il minimo valore sballato si fa risentire in tutto il corpo...
[#7] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
ORZINUOVI (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
penso che dunque qualunque cosa possiamo dire, anche provenisse dal Padre Eterno,non sarà ascoltata.
Ci dispiace, più che altro per l'evidente stato di disagio che sicuramente starà passando; la inviterei comunque a contattare il suo medico curante o qualunque altro medico di cui abbia fiducia per mantenere un rapporto terapeutico.
Cordialità
[#8] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
sicuramente non è ascoltata... perchè se mi venite a dire ancora che sono effetti psicologici e non organici... mi spiace voi siete in errore.

Ho speso migliaia di euro per visite specialistiche e cure, ma purtroppo i dottori che ho sentito mi hanno individuato altre patologie come la prostatite(che per me è stata derivata dall'assunzione di finasteride).

vorrei andare da un vostro collega ma mi ha chiesto 400 euro per una visita...

che mondo...
[#9] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

Le nostre risposte sono relative alla domanda che lei ha fatto, cioè se i suoi disturbi della sfera sessuale possano derivare dall'assunzione del Finasteride.
Le è stato risposto in base ai dati della ricerca scientifica sugli effetti collaterali di questo farmaco, generalmente transitori; tuttavia lei ha ragione quando dice che la medicina non è una scienza perfetta, perciò non si può escludere con certezza, che qualche effetto collaterale della Finasteride possa rivelarsi irreversibile.

Ora, purtroppo lei ha questo problema; non mi arrenderei nella certezza che sia stata la Finasteride a causarglielo.
Potrebbero esserci anche altre cause da indagare, né escluderei anche una componente psicologica.
Perciò, non si dia per vinto; ci sono anche colleghi che chiedono molto meno di 400 euro per visita.

Lei scrive, però, "io spero che se c'è qualche ragazzo come me che sta leggendo le vostre risposte, non dategli ascolto…".

Ma qui il problema è un altro.
Nessuno, in questo consulto, sta suggerendo di assumere questo farmaco; non vedo perché lei dice "non dategli ascolto".
Personalmente io sono contrario all'uso di farmaci a fini non terapeutici.
La calvizie non è una malattia, altrimenti io per primo, che sono quasi calvo, dovrei considerarmi malato.

In ogni caso il suo messaggio in questo consulto è stato ben chiaro e personalmente lo condivido: ogni farmaco è di per sé un veleno; la calvizie, non essendo una malattia, ma solo un fatto estetico, non giustifica l'assunzione di farmaci che potrebbero compromettere la salute della persona; in poche parole, non ne vale la pena.
Naturalmente questa è una mia opinione personale.
[#10] dopo  
Dr. Matteo Pacini
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei diceva che i disturbi sono migliorati ma non fino a tornare "al 100%". Se puà quantificare, a che % siamo rispetto alla sua funzione precedente media, non nel periodo precedente l'inizio dei problemi, rispetto alla media della sua vita.
Parlare di problema psicologico significa che però i medici hanno escluso questa correlazione causa effetto così diretta e sufficiente.
E' chiaro che se fosse emerso un effetto così come lo descrive lei, ovvero "velenoso", il farmaco in questione non sarebbe un grande affare per chi lo produce.
In effetti in persone che chiedono trattamento per problemi estetici la presenza di elementi che possono concorrere e rendere più lenta la ripresa da eventuali effetti collaterali è frequente, ma questo non significa irreversibilità né prevedibilità, proprio perché la statistica rimane la statistica, quindi se dovessimo ragionare in termini di si/no, non somministreremmo alcun farmaco per alcuna malattia.

Un altro aspetto da chiarire è: lei ha avuto occasioni di misurare la sua funzione sessuale con un partner in maniera ripetitiva o si è come dire "bloccato" per i primi insuccessi ? Ha utilizzato terapie pro-erezione ?
[#11] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
a livello di pulsione sessuale sono tornato ad un 70%... e non vedo perchè avrei dovuto mandare a ... quel 30%!

A livello di PRESTAZIONE SESSUALE sono a livelli scarsi come mantenimento dell'erezione(ho bisogno di stimoli continui) inoltre il PIACERE SESSUALE IN SE è drammaticamente diminuito...

Gli effetti di questo farmaco li può dire solo chi l'ha provato, voi dottori dovete sconsigliarne l'uso!

io purtroppo ho ascoltato nel momento sbagliato il dottore sbagliato. Che mi ha detto COME VOI che gli effetti sono reversibili... certo il farmaco poi sparisce dall'organismo... ma fintanto che è presente fa dei danni terribili!

Ma possibile che nessuno abbia risolto i problemi causati dalla finasteride?

che posso fare? aiutatemi...o non ne esco più...
[#12] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
io riesco sempre ad avere rapporti sessuali, ma il problema è che questi non sono soddisfacenti come dovrebbero.... ed il problema grosso è questo.

secondo voi mi dovrei già ritenere fortunato ad avere rapporti sessuali?


Non ho provato terapie pro-erezione(mi affido alla bravura delle mie compagne) ...mi sono giustamente sempre vergognato visto la mia età.

Ma il punto non è avere l'erezione... è il raggiungimento del piacere, la libido diminuita, il fatto che "mi va giù subito" se non ho rapporti...

probabilmente avrei bisogno di una cura(UNA CURA FARMACEUTICA, NON PSICOLOGICA) che mi permetta di ripristinare la libido...
[#13] dopo  
Dr. Matteo Pacini
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
"secondo voi mi dovrei già ritenere fortunato ad avere rapporti sessuali ?"

Gentile utente,

qui stiamo comunicando per darle un consiglio, non c'è polemica sul discorso che si dovrebbe accontentare di quel che viene, semplicemente secondo me è utile parlare del disturbo così come è adesso.

Quindi ha erezione poco duratura in assenza di penetrazione o altri rapporti diretti, e non raggiunge l'orgasmo o ha poco piacere ?

Assume altri farmaci di qualche tipo ?
[#14] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Io metto solo le mani avanti non voglio fare nessuna polemica... voglio solo dire che la causa è organica e non psicologica.


non ho mai assunto nessun farmaco... sono sempre stato un salutista da quel maledetto giorno che ho iniziato questa cura!

gli unici farmaci che ho preso in passato sono cicli di antibiotici e supposte di cortisonici per curare la prostatite derivata dall'assunzione di finasteride.

Ovviamente nonostante tutto niente è migliorato... anzi sembra essere pure peggiorata la situazione col tempo.

La situazione da Lei descritta è esattamente quella che si manifesta. Erezione che dura pochissimo in assenza di penetrazione, orgasmo riesco a raggiungerlo(nel senso che eiaculo) ma quando questo avviene sembra come se io abbia finito un lavoro.... non come se abbia finito un piacere.
[#15] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cari signore,
perdoni, vi sono altre cause èer problematiche sessuali oltre a quelle da lei citata. Occhio alle coincidenze. E vada da un collega.
[#16] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Gentile dottor Cavallini,

mi potrebbe dire secondo Lei quali sono queste cause?

Io posso dirLe che per me non è una coincidenza il fatto che tutti questi problemi siano nati dopo l'assunzione di finasteride.

Delle reazioni che ha il mio fisico mi fido più di chiunque altro.
[#17] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
ci sono già andato da Vostri colleghi... e forse l'unico o uno dei pochi dottori disposto ad ascoltarmi e a dire che la finasteride causa danni mi chiede 400 euro per una visita.


c'è qualcuno di Voi dottori che pensa che finasteride sia veleno puro dal punto di vista sessuale e che abbia una cura da propormi per riparare i danni causati da questo maledetto farmaco?

Prego ad uno di questi dottori di mandarmi un messaggio privato o un'email o di contattarmi in qualche modo.
[#18] dopo  
Dr. Matteo Pacini
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
"e forse l'unico o uno dei pochi dottori disposto ad ascoltarmi e a dire che la finasteride causa danni mi chiede 400 euro per una visita."

Mi scusi se non l'ha visitata non può affermare niente del genere. Per quanto riguarda la tariffa ognuno chiede quella che crede, non è questo l'argomento della discussione.

Ma concordo con il collega, le coincidenze cronologiche non sono sufficienti ad affermare niente. C'è diventa demente dopo un'anestesia, ovviamente l'anestesia non è cerebrolesiva. C'è chi diventa agitato e delirante e violento dop una terapia con cortisone, e ovviamente il cortisone di regola non fa effetti del genere.
Come regola generale in genere vale che esistono condizioni predisponenti per quanto riguarda gli effetti rari.

Per quanto riguarda la sua condizione, ha bisogno se mai di una cura per il problema così come sarà diagnosticato, non di uno che abbia "odio" per un farmaco contro le conoscenze che se ne hanno, anche perché obiettivamente non è che essendo contro il farmaco le risolve di per sé il problema.
[#19] dopo  
Dr. Daniele Bonanno
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Gentile utente molto spesso la temporanea inibizione della risposta sessuale legata ad agenti farmacologici o ad altro fattore esterno ha delle risonanze psicologiche ed emotive che mantengono la problematica anche quando si è ripristinata una corretta funzionalità fisiologica.
Questo accade perchè la dimensione sessuale continua ad essere associata ad insicurezze, emozioni negative, preoccupazioni e ansie da prestazione sorte nel periodo in cui persisteva un impedimento fisico.
Si tratta di un realtà vissuta da molti uomini e donne, non è necessariamente il suo caso ma la questione giustifica il parere ricevuto circa l'attuale origine psicologica del problema.

Un saluto.

Dott. Daniele Bonanno
bonanno@aisps.net


[#20] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Lei non vuole polemizzare ma lo sta facendo. Io sono qui per cercare un dottore MODERNO... UN DOTTORE che mi ascolti... UN DOTTORE CHE ASCOLTA I PAZIENTI.

la richiesta e se esiste un farmaco per aumentare ripristinare la libido di cui quel veleno mi ha privato.

Oltre a quei danni sessuali aggiungo anche una seppur leggera ginecomastia(che non ho mai avuto) e grasso localizzato sulla pancia molto difficile da mandare via. Dottore per lei la ginecomastia è dovuta ad un effetto psicologico?

Io ho assunto quel farmaco confidando in un dottore che mi ha detto che gli effetti sono reversibili... mentre invece non lo sono assolutamente nonostante l'assunzione per soli 3 mesi.




[#21] dopo  
Dr. Matteo Pacini
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Io sinceramente cercherei un dottore che presti attenzione ai segni e ai sintomi. Un dottore moderno non so cosa sia, ma un dottore che ascolta e basta mi sembra poco utile. Se poi ne vuole uno che la stia ad ascoltare passivamente, forse lo troverà, ma con questo non è detto che trovo una soluzione.
Mi sembra che l'interesse per questa causa di cui lei è convinto (quindi non ha bisogno di una persona che glielo confermi, perché ne è convinto) prevalga sull'interesse a risolvere la questione qualunque cosa l'abbia causata.
Questo atteggiamento rischia di essere controproducente se lo scopo è diagnosi e terapia di una soluzione. Non è che dicendo impotenza psicogena si dica che lei si sta inventando la cosa, forse c'è un equivoco, è una diagnosi che fa riferimento alle cause note dell'impotenza.
Non credo si possa dire molto di più, io mi farei fare una diagnosi del problema, se non l'ha già fatto, e seguirei le prescrizioni del caso.
[#22] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Glielo dico io cos'è...un dottore moderno è un dottore che ascolta il paziente, e tiene conto di quello che dice, dei suoi sintomi e di quello che pensa di quello che il suo corpo gli manifesta. Non è un dottore che pensa di sapere sempre tutto e di avere sempre ragione. Allora nessuno potrebbe esprimere un proprio pensiero e prendere per oro colato tutto quello che dicono i medici.... dico solo di non essere così.

Io l'ho fatto ho ascoltato erroneamente il dermatologo che mi diceva che erano solo effetti reversibili... minime complicanze passeggere..col cavolo.

Ascoltate i medici.. ma prima di tutto ascoltate voi stessi.


Mi interesserebbe sapere cosa potrei assumere di farmacologico e non che mi potrebbe aumentare la libido.

Per la ginecomastia che devo fare?
[#23] dopo  
Dr. Matteo Pacini
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

secondo me le serve a poco il discorso sui medici moderni o non moderni, è un luogo comune poco corrispondente alla realtà dei fatti. Il dermatologo le ha semplicemente riferito quanto risulta, e il suo collegamento preso come una convinzione non le serve. Se trova logico il discorso causa-effetto sulla base della tempistica, dovrebbe trovare anche logico che questo effetto non è previsto.

"Ascoltate i medici.. ma prima di tutto ascoltate voi stessi."
Questa non l'ho capita in realtà.

Mi scusi ma gli andrologi da lei interpellati quindi non l'hanno mai visitata ? Ha scelto di non farsi visitare solo perché non le assecondavano la convinzione rispetto alla finasteride ? Non sarebbe più utile farsi visitare e sentire cosa un medico ne pensa soprattutto sul piano della soluzione al problema ?
[#24] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Non è assolutamente un luogo comune quello che ho detto ma la dura realtà... comunque non posso fare niente più di questo per la mia crociata anti-finasteride e anti-medici incompetenti.


riguardo gli andrologi.. ognuno mi da una diagnosi diversa..
qualcuno mi ha pure dato una pomata anestetica da mettere sul glande(robe assurde)...


in generale i medici interpellati mi dicono che il problema sia nella prostata(e infatti quel dannato farmaco agiva sulla prostata)... e questo penso anch'io... ora sentirò un'altro medico e vediamo che mi dice questo... se fosse un problema di prostata sono convinto che è stata la finasteride la causa.
[#25] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Ma non c'è qualche andrologo qui che sconsiglia fortemente la finasteride e che mi sa proporre una cura per ripristinare quello che sono veramente?
[#26] dopo  
Dr. Matteo Pacini
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Sono due cose che non hanno niente a che vedere l'una con l'altra, e che lei collega per motivi non comprensibili.

Magari ce n'è uno che la usa così come la usano gli altri e le risolverà il problema. Se scarta i medici sulla base di quel che pensano della finasteride fa una cosa senza senso, mi sembra semplice.
[#27] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
ma a cosa si riferisce? Che cosa lei non capisce?



certo che scarto questi medici... perchè un medico intelligente direbbe che finasteride usata a fini estetici e una cosa fuori dal mondo... e qui mi auto-censuro ancora una volta.
[#28] dopo  
Dr. Matteo Pacini
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Mi scusi, non capisco davvero il suo punto.
E' un farmaco che ha l'alopecia maschile androgenetica precoce come indicazione, che è una condizione che se vuole definirla estetica è un suo giudizio, ma è lei che è andato dal medico per averla migliorata.

Il suo ragionamento è: ho preso una medicina e ritengo, contro il parere di altri medici consultati, che mi abbia prodotto un effetto indesiderato. Come conseguenza dico che è fuori dal mondo prescriverla in generale, che il problema per cui ero andato a farla prescrivere era "estetico" (non so cosa voglia dire, comunque rientra nelle indicazioni del prodotto prescritto), e che adesso cerca non un medico che le risolva la situazione , ma in primis uno che dichiari un odio immotivato verso il farmaco.

Gli altri medici neanche li considera. Le ripeto che è un percorso illogico e basato su una convinzione assoluta che non accetta critiche né dubbi di sorta. Se scrive già convinto di una cosa comunque è inutile, non le andrà mai bene alcuna risposta.

Se chi non le risponde come già lei sa lo definisce uno scarto e un cretino, mi sembra inutile proseguire questa conversazione.

Il mio consiglio è di seguire i consigli ricevuti. Fare una valutazione psicologica/psichiatrica e sicuramente una endocrinologica/andrologica.

CHiudo qui.
[#29] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
gentile dottore... la ringrazio per il supporto datomi cercando di cambiare la mia idea su questo farmaco devastante, ma glielo dico con lei in particolare è veramente inutile proseguire la conversazione. Lei ha le sue idee(almeno credo) e io ho le mie.




Mi piacerebbe sentire il parere di un andrologo che la pensa come me e come il gentile dott. Mario Corcelli che mi ha risposto prima...
[#30] dopo  
Dr. Matteo Pacini
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Il Dr. Corcelli le ha risposto correttamente e in maniera ragionata, non le ha "dato ragione" ad occhi chiusi, e non ha espresso nessun "odio" verso un farmaco o l'altro, ricordandole semplicemente che "non si può escludere a priori" un'ipotesi, e ci mancherebbe...

Il problema è che lei infatti esclude "a priori" tutte le ipotesi diverse da quella, unica, che le sembra la più evidente.

Come le ho detto, lei potrà trovare anche un medico che non le dà né torto né ragione, perché non c'è da confrontarsi con lei in termini tecnici, ma da ascoltarla, visitarla ed esprimere un parere. Potrò trovare un medico che ritiene il problema sia un altro, e magari le dà una cura efficace.

A me personalmente non interessa che lei cambi idea, pensavo le interessassero pareri ragionati sulla domanda che ha posto, invece mi par di capire che le interessano risposte che lei pensa le diano ragione, purtroppo equivocando quel che dicono anche i colleghi che le sembrano "favorevoli".

Detto questo concordo che sia inutile continuare il discorso.
[#31] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Il farmaco l'ho provato io e non lei. E in base a questo posso dire con certezza e a priori che i danni sulla sfera del piacere e libido sessuale mi sono stati causati da questo farmaco. Se poi lei non mi crede o non crede a chi l'ha provato sulla propria pelle con lei il discorso è chiuso da tempo... perchè lo riapre in continuazione?
Io non sto manco più a discutere sulla finasteride... perchè qualsiasi medico con un pò di testa non la somministrerebbe ad un ragazzo giovane per una questione estetica. E questione estetica intendo per i capelli... ma cosa c'è da capire?

Dottor Pacini, guardi questa pagina http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=69475

persino su questo sito è scritto che è un farmaco che causa problemi alla sfera sessuale.


La domanda che ho posto è questa: esiste una cura per ripristinare i danni da finasteride... danni organici e non psicologici(anche se sicuramente ci sono anche quelli). La domanda è rivolta ad un ANDROLOGO o endocrinologo.

Il quesito l'ho posto nella sezione andrologia e non nella sezione dermatologia, per il semplice motivo che il mio problema non è più estetico.

[#32] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
La mia risposta gliela ho già data: è impossibile che finasteride abbia dato problemi a distanza di anni dalla sospensione della assunzione. Ci saranno problemi di altro tipo, che di qua non so. Peraltro è quanto detto dai tutti i colleghi che le hanno risposto.
[#33] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Gentile dottor Cavallini,

io intendo che i problemi ci sono stati già immediatamente dopo l'assunzione e che sono migliorati col tempo ma non sono mai tornato al 100% della mia forma sessuale. Ma che ascoltando il medico che me l'aveva prescritta questo mi disse che erano solo psicologici ma in realtà non è assolutamente così.

Da quando l'ho assunta mi si è manifestato subito acne importante su tutto il viso, col tempo ginecomastia e adipe localizzato nell'addome difficile da mandare via.
Inoltre difficoltà ad alzarmi alla mattina, stanchezza generale nervosismo agitazione e anche crisi di panico.

Questi sintomi gravi sono passati dopo che ho smesso, ma per quanto riguarda il piacere sessuale mi sto trascinando ancora i danni causati dalla finasteride.
[#34] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Le ho già risposto. Non ho altro da ggiungere.
[#35] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
ORZINUOVI (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
forse l'errore è che non siamo abbastanza chiari.
Non troverà , e non trova, alcun medico che possa curare quello che non è da curare.La finasteride inibisce un enzima che catalizza la trasformazione da T a DHT, a livello del follicolo.
La produzione di tale enzima è dovuta al codice genetico, che non può essere modificato dal farmaco, ovviamente.
Se fa gli esami del sangue avrà prove comunque del livelli sierici dei vari ormoni.
Lei ritiene che il sup problema sia di natura ormonale.
Dove sono le evidenze?
Non ci sono perchè non esistono, altrimenti l'avrebbe detto.
Ma quale migliore pubblicità abbiamo se non quella di migliaia di pz , tranquillamente trattati da anni ed anni senza alcun problema.
Magari parli con loro ;alcuni lo prendono da 10 anni, quindi...ne sapranno più di lei!
Giacchè lei ,dopo anni che posta per problemi andrologici, ha avuto l'illuminazione, di colpo, di trovare il colpevole, continui e,dopo la diagnosi, si autotrovi anche la terapia senza continuare a perdere tempo con medici che ,già sa , continueranno sicuramente a prescrivere il farmaco a chiunque ne avrà necessità.
Cordialità
[#36] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

intervengo di nuovo perché ho notato che quanto da me detto al post 9 è stato frainteso.

Non ho affermato che la Finasteride sia un "veleno"; ho solo detto che "ogni farmaco è di per sé un veleno"; era un modo di dire che anche la Finasteride può comportare degli effetti collaterali.
Di qui, ho anche detto che la calvizie non è una malattia; io stesso sono calvo, ma non ho mai pensato di assumere farmaci per combattere la calvizie; e ho anche ribadito che io personalmente non consiglierei ad un calvo di fare una qualsiasi terapia anti-calvizie, come difatti mi sono comportato anch'io nei riguardi di me stesso.
Ma questa, ho detto, è solo una mia personale opinione.
Ma se in altre persone la calvizie costituisce un rilevante problema psicologico, BEN VENGANO FARMACI DI QUESTO TIPO.

Con ciò, non sostengo quindi che una persona calva non debba affrontare questo tipo di terapie farmacologiche, ma deve soppesare il rapporto costo-beneficio, tenendo presenti eventuali effetti collaterali.
L'importante è sapere che durante l'assunzione di questo farmaco, in una minima percentuale di casi, possono comparire EFFETTI SULLA SFERA SESSUALE, effetti che tuttavia REGREDISCONO ALLA SOSPENSIONE DEL TRATTAMENTO.
Questo è quanto dice, almeno fino ad ora, la letteratura scientifica.

Si ipotizza che qualcuno di questi effetti possa essere irreversibile, ma fino ad ora questa ipotesi non ha ancora trovato alcun riscontro.
Infatti, la Finasteride è stata ampiamente studiata, perché non è nata per la calvizie, ma per il trattamento della ipertrofia prostatica benigna, producendo una significativa diminuzione del volume prostatico. Peraltro, la dose terapeutica è di 5 mg al giorno, quindi ben superiore a quella della calvizie, che è di 1 mg al giorno.

La sua crociata contro questo farmaco, quindi, non è assolutamente motivata, perché qualsiasi altro farmaco dà un qualche effetto collaterale (in questo senso "ogni farmaco è un veleno"); pensi, per esempio, che col banale acido acetilsalicilico si può anche morire di shock anafilattico se il soggetto è allergico; eppure questa molecola è ampiamente usata e in modo efficace come antiaggregante piastrinico, perché si è dimostrato che diminuisce la mortalità per le malattie cardiovascolari.

Spero di essere stato chiaro, invitandola a non equivocare quanto da me detto al post 9, assumendolo per supportare la sua crociata contro la Finasteride. Spero anche che il discorso si possa chiudere qui.

Cordiali saluti.
[#37] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Dottore provi a cercare su internet quante persone hanno manifestato problemi come il mio, le persone che la assumono da 10 anni sono degli incoscienti, e si sa che questo mondo ne è pieno. E probabilmente non hanno neanche una corretta vita sessuale.

Se l'avessi assunto io per 10 anni io a quest'ora sarei totalmente impotente.


Ci sono forum di calvizie che sono pieni di persone che hanno manifestato i danni causati dalla finasteride.

Lo so benissimo che continuerete a prescrivere questo farmaco per la calvizie, mica sono io ad impedervelo.... finchè si gioca con la salute degli altri va tutto bene...


Dottore provi a leggere questo articolo dove il prof. Michele La Rosa, endocrinologo, dice la sua riguardo alla finasteride e lo descrive come terapia ormonale usata dai transessuali(!!!)

http://www.endocrinologiaoggi.it/articolo.php?IDArt=66

Qui il vostro collega dottor Rando risponde ai quesiti sottolineando ogni volta la pericolosità della finasteride.

http://www.andrologiaonline.it/bin/pages_old.php?from=60&table=andrologia&quesito=finasteride
[#38] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

al link da lei indicato, il dottor Rando dice esattamente le stesse cose che stiamo dicendo noi

"probabilmente ... ci vorranno diversi mesi per il recupero funzionale"

Cosa vuol dire? che alla sospensione del farmaco vi è un recupero funzionale.
Se lei dice di non avere avuto un completo recupero funzionale, non deve scartare l'ipotesi che ciò possa essere dovuto non alla Finasteride, ma ad altre cause, tra cui quelle legate ad una componente psicologica.
[#39] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Ma sono io il primo a dirle che c'è anche un problema psicologico... ma dovuto ad una causa organica, a delicati equilibri(molti dei quali ancora ignoti anche alla medicina ufficiale) che questo farmaco altera in maniera drammatica!

Nel mio caso nonostante soli 3 mesi di assunzione, dopo 7 anni che ho interrotto questa cura(che poi è solo un palliativo visto che non è manco definitiva) non ho ancora recuperato la piena funzionalità e il pieno piacere sessuale.
[#40] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
ORZINUOVI (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
"che poi è solo un palliativo visto che non è manco definitiva)"
Gent.le pz
si chieda perchè non è definitiva!
Proprio perchè vi è un ripristino della situazione precedente!
P.S. i Link da lei riportati confermano quello che si è detto da una parte e dall'altra confermano nozioni che tutti ben conoscono e che fanno parte della endocrinologia.
Quindi visto che si è ormai d'accordo , riterrei il discorso concluso.
Cordialità
[#41] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Come fa ad essere concluso il discorso se io ho un problema ancora non risolto?


Potrei andare da un collega come dite voi... per l'ennesima volta... ma secondo voi a cosa potrebbe essere dovuto il mio calo della libido post-finasteride? come potrei ripristinarlo?

mi potreste suggerire una serie di esami da effettuare?


Dr.Griselli c'è il ripristino della situazione precedente, certo... però ci sono anche i danni e gli squilibri che ci si porta dietro dall'assunzione del Veleno..
[#42] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
ORZINUOVI (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
L'unica cosa sensata che può fare è AFFIDARSI ad un collega andrologo REALE (o altri colleghi che quest'ultimo individuerà)con il quale intraprendere un percorso diagnostico e terapeutico che possa portare a dei risultati.
AFFIDARSI vuol dire che non deve imporre il comando delle operazioni ma DEVE provare a dare fiducia e seguire i dettami di chi , forse, ha un ruolo diverso dal suo, e deve essere rispettato fino a prova contraria.
Se non riuscirà a farlo, allora non avrà speranze, purtroppo.
[#43] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Io sono una persona molto altruista, e ho visto che lei è un dermatologo, le suggerisco, quando e se prescriverà ancora propecia a qualche malcapitato, di fare prima una visita su questo sito:

www.propeciahelp.com (non cancellate il link può essere utile)


UN INTERO SITO IN LINGUA INGLESE CREATO DALLE VITTIME DEL PROPECIA DA TUTTO IL MONDO, pieno di storie come la mia tristissime di gente rovinata da questo farmaco.

Io sto pensando intere notti insonni a pensare a questo errore, che ora come ora considero il più grande errore della mia vita. Un salutista sportivo bravo intelligente ragazzo come me rovinato da questa Merda.

Che non abbiano ancora ritirato questo farmaco dal commercio è uno scandalo, ripeto io sono molto altruista e lo voglio dire per chiunque leggerà. Perchè tanto io sono compromesso. Ho solo due possibilità: andare avanti e lottare oppure smettere di lottare per sempre. E con questo ci siamo capiti.



Con questo chiudo anch'io.... grazie ai dottori per "l'aiuto".........
[#44] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
ORZINUOVI (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
che dire.....disarmante purtroppo. Lei sembrerebbe impermeabile a qualsiasi cosa.
Abbiamo fatto il possibile.
Telematicamente non si può fare di più.
Mi raccomando di non perdere il contatto con gli psicoterapeuti del suo territorio e di non sottovalutare la sua condizione, che può essere affrontata in varie maniere, più che altro per il suo bene.
Siamo dispiaciuti. Cordialità
[#45] dopo  
Dr. Matteo Pacini
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Il sito che mi ha indicato, che poi è una pagina di questo stesso sito, non dice niente di simile a quello che dice Lei. Poi se si vuol equivocare, questo non c'entra niente però con il cercare una risposta e tantomeno una soluzione. Lei associa in maniera rigida la ricerca di una soluzione con la causa che avrebbe determinato il suo problema, però mancano riscontri, che lei cerca solo da chi a priori già è d'accordo con lei.
Se questo le sembra costruttivo non lo so, forse le sembra "giusto". Ma questo soltanto perché ha già deciso Lei la risposta.
Sul piano operativo, io le ribadisco il semplice consiglio di cercare prima una soluzione, poi una risposta quando auspicabilmente il suo problema migliorerà.
[#46] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
Buongiorno,

ho appena ritirato esami ormonali:

- S-ESTRADIOLO: 55 pg/mL 12-41
- S-ORMONE FOLLICOLO STIMOLANTE (FSH) 1,1 mU/mL 1,4 - 18,1
- S-LUTEOTROPINA (LH) 3,5 mU/mL 1,7 - 8,6
- S-TESTOSTERONE 5,10 ng/mL 2,80 - 8,00
- S-SEX HORMONE BINDING GLOBULINE 16 nmoli/L 13-71
- S-DHEAS 2380 ng/mL 800-5600
- S-D4-ANDROSTENEDIONE 2,77 ng/mL 0,60-3,10
- S-PROGESTERONE 0,54 ng/mL 0,28-1,22
- S-PROLATTINA 8,2 ng/mL 2,1-17,7
- S-CORTISOLO 175 ng/mL 50-260
- S-INSULTINA 7,8 mUI/L 5,0-25,0
- P-CORTICOTROPINA (ACTH) 35 pg/mL 9-52




OLTRE AL SOLITO FSH CHE ORAMAI è BASSO DA ANNI è comparso anche il valore elevato di ESTRADIOLO e bassino anche il valore di SHBG.



Ora appurato che i miei problemi sono del tipo ormonali e causati da quel dannato farmaco... come dovrei affrontare il problema? Il dottore mi ha anche diagnosticato una leggera ginecomastia per la quale devo effettuare una ecografia......

Sono in cura con un giovane medico endocrinologo del San Raffaele che fortunatamente ha capito la mia situazione.
[#47] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
ORZINUOVI (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Bene, considerato che i valori degli androgeni sono normali, possiamo dunque concludere con tranquillità che il suo problema NON sembra su base ormonale. Non ciò che lamenta comunque. Liberissimo comunque di pensarla come più le aggrada, per carità.
Sono sicurissimo che il giovane medico endocrinologo abbia capito la situazione....Confido quindi che la questione vada a risoluzione.
cordiali saluti
[#48] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Consiglio di dare retta al collega Griselli, ha ragione.
[#49] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2005
quindi mi state dicendo che i valori di Estradiolo elevato e di FSH basso non influiscono sulla mia sfera sessuale e non centrano nulla con la ginecomastia?


Inoltre mi confermate che la causa di questo sballamento ormonale non è dovuto alla finasteride perchè la ritenete assolutamente innocua?