Utente 137XXX
Salve.
Ho 49 anni.
Nell'ottobre 2006 subii un politrauma (caduta in montagna) all'emisoma dx con interessamento del rene dx e frattura costale. Al termine del periodo riabilitativo, dopo circa 4 mesi, ho iniziato ad accusare, dopo sforzi moderati (anche semplici passeggiate) un forte dolore che dalla fossa iliaca sin si estendeva talvolta fino all'area inguinale. Una successiva ecografia non evidenziò alterazioni. Nell'autunno 2007 all'ennesima visita mi venne diagnosticata un'ernia inguinale che venne "riparata" chirurgicamente nel febbraio 2008. Inizialmente sembrò che il tutto fosse risolto, ma dopo circa 6 mesi il dolore ricomparve con frequenza sempre maggiore. Basta la permanenza in posizione eretta per una decina di minuti o anche una minima attività fisica per far comparire i sintomi dolorosi. Una successiva colonscopia dava esito negativo con piccoli diverticoli nella zona del sigma. I dolori, nel frattempo, compaiono sempre più frequentemente. Recentemente, in occasione di una crisi più acuta e duratura del solito mi sono recato al pronto soccorso. Il medico di turno, alla palpazione, ha ritenuto di avvertire una leggera alterazione della parete addominale manifestando il dubbio di un'ernia di Spigelio. Preciso che i sintomi dolorosi spariscono normalmente in breve tempo se mi metto in posizione semisdraiata e, meglio ancora, se slaccio la cintura dei pantaloni.
Vorrei chiedere se esistono accertamenti clinici o esami in grado di evidenziare con certezza la presenza dell'ernia e, comunque, se è opportuno l'eventuale intervento chirurgico.
Ringrazio fin d'ora.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Si, una tac addome o una risonanza magnetica per lo studio della parete puo' identificare il difetto che a volte non è sempre evidente alla visita.
Se presente, è indicata una riparazione chirurgica.
Auguri!
[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la sollecita risposta.
Mi permetta un ulteriore dubbio: i sintomi da me descritti sono compatibili con questa patologia? ed inoltre, è possibile che un'ecografia dei tessuti molli dell'autunno 2008 non evidenzi difetti della parete addominale e la presenza di porte erniarie?
Ringrazio anche per gli auguri!
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si,sono compatibili.
Si, l' ecografia puo' non evidenziare il difetto.
[#4] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Grazie tante di nuuovo.