Utente 106XXX
salve dott. Pescatori, leggendo vari consulti sul tema delle protesi peniene mi sono imbattuto in questa sua dichiarazine : "La lunghezza del pene con protesi idraulica è sostanzialmente corrispondente alla lunghezza del pene in massima trazione, in flaccidità"
le chiedo: ciò significa che, dopo l'inserimento di una protesi idraulica tricomponente, la lunghezza del pene in erezione sarà identica alla lunghezza del pene in stato di flaccidità ?

per spiegarmi meglio le faccio un esempio pratico. non ho mai misurato il mio pene, ma indicativamente in stato di flaccidità è di dimensioni abbastanza piccole (diciamo circa 8 cm) mentre in stato di erezione aumenta sostanzialmente anche in lunghezza (diciamo 13/14 cm). quindi, se io mi sottoponessi ad un intervento di protesi idraulica, il mio pene eretto sarebbe poi delle dimensioni di 8 cm ?
grazie per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

lei dovrebbe prendere il suo pene e tirarlo fino al massimo, senza farsi male, e misurare la lunghezza raggiunta dalla base, sul pube, alla punta del glande, magari con un righello a base larga.che si appoggia bene sul pube.
Questa è la dimensione con cui un pene con protesi endocavernosa viene a trovarsi sia in stato di flaccidità che di erezione.
E' chiaro che il paziente , con protesi peniena, non nota puù quell'importante aumento dimensionale del proprio pene nel momento dello stimolo sessuale, ma nel contempo presenta un pene costantemente dimensionato in senso quasi "massimale"
Cari saluti

solo alla fine ho visto che la domanda era specificamente rivolta al dottor Pescatori, comunque senta anche le mia opinione
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
grazie mille della risposta dr. Pozza, molto chiara ed esaustiva. La domanda era rivolta al dr. Pescatori perchè avevo preso spunto da un suo consulto, ma ovviamente ascolto molto volentieri anche il suo parere perchè so che è un medico esperto in materia di protesi avendo letto molti consulti su questo sito a riguardo.

certo è che, anche volendo prendere la drastica e definitiva decisione di un impianto (soprattutto in età così giovane), oltre ai vari dubbi (due su tutti: la partner se ne accorge di aver a che fare con un pene con protesi? è realmente vero che la soddisfazione della partner durante la penetrazione è ottimale?), ci si trova a dover affrontare anche l'ostacolo psicologico delle dimensioni del proprio pene.

le sarei molto grato se mi potesse rispondere anche a queste mie osservazioni.

grazie