Utente 128XXX
salve.
da qualche mese ho notato che le vene presenti nella pelle che ricopre il pene appaiono sempre come un po ispessite,cioè come se fossero sempre ben irrorate di sangue. ripeto,tutto ciò anche quando il pene non è in erezione.ho anche notato che sono ben visibili alcuni capillari.
inoltre,credo le due cose possano essere correlate,dopo la masturbazione la sola pelle che ricopre il pene si gonfia fino a formare un edema che raggiunge il suo massimo nel giro di 5/6 ore per poi scomparire gradualmente dopo qualche giorno. tutto ciò non mi causa alcun dolore o fastidio e anche per il resto e tutto ok.
di cosa si -potrebbe- trattare?
come dovrei comportarmi? grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quadri clinici particolari come il suo non possono essere affrontati e tanto meno capiti e risolti tramite una semplice e-mail e richiedono sempre una attenta valutazione clinica diretta con un vero andrologo.

A questo punto consulti il suo medico di famiglia che, esaminato in prima istanza il suo problema, potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso una più mirata valutazione specialistica andrologica.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  


dal 2010
D'accordissimo. infatti mi aspettavo solo qualche ipotesi di quello che potrebbe essere.
anche perchè io fino ad ora non ho dato molto peso alla cosa e prima di andare dal medico di base volevo qualche consiglio..
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

le ipotesi possono essere veramente numerose, compreso un problema solo "meccanico", legato ad una irritazione da cattiva "tecnica".

Ma a questo punto purtroppo dobbiamo ripeterle di consultare il proprio medico di famiglia che, esaminato in prima istanza il suo problema, potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso una più mirata, diretta e precisa valutazione specialistica andrologica.

Un cordiale saluto.