Utente 141XXX
Salve,
sono un ragazzo di 26 anni. Vi espongo il mio problema che a mio parere trovo inaccettabile e vi spiego il motivo:
ho sempre avuto una chioma folta folta tant'è che l'ultima cosa che avrei mai immaginato nella mia vita, fosse quella di perdere i capelli.
Ebbene questa estate prima di partire al mare ho deciso di tagliarmi i capelli corti corti (il cosiddetto melone) e avevo la testa piena piena di capelli..una testa perfetta.
Dopo un mese di mare è cominciato il mio travaglio...ho cominciato a vedere che qualcosa non andava...i capelli erano sempre meno...cadevano parecchi capelli corti anche quando crescevano.
Ho consultato un dermatologo e mi ha detto che effettivamente la parte superiore della mia testa va incontro a diradamento e mi ha prescritto una serie di famaci, integratori, aloxidil ecc.
Ma il mio dubbio è troppo forte: possibile che in soli 5 mesi ho perso tutti sti capelli d'un botto??
Io sono molto dubbioso che sia un fatto genetico...per me non è una questione genetica.
Ebbene cosa può essere successo?? Devo fare questa cura o credere che sia stato il mare, il sole e quindi un periodo critico e attendere che i miei capelli tornino come prima??
Ho bisogno di aiuto vi prego,
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli
28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente
Non ritengo plausibile attribuire il diradamento a fattori climatici ed ambientali (sole e mare). Le cause di perdita di capelli nel giovane maschio adulto possono essere molteplici anche se l'alopecia androgenetica rappresenta quella più frequente.
Per definire un approccio terapeutico utile è assolutamente necessaria una diagnosi certa che oggi lo specialista può confermare con l'ausilio dei moderni metodi di indagine non invasiva quali la dermatoscopia.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Esistono casi come "telogen effluvium" che - facendo cadere in modo eccessivo i capelli in fase telogen (ovvero quelli che dovrebbero essere sostituiti ma in modo più lieve) i quali possono "mettere a nudo" una situazione precedentemente ignorata dal paziente quale una alopecia androgenetica del cuoio capelluto ( http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=20173 ): ritengo quindi che l avisita dermatologica sia necessaria per la diagnosi di certezza e gli esami specifici non invasivi eventualmente sempre possibili (diametro medio, densità locale e dermoscopia del cuoio capelluto)

cari saluti

Dott. LAINO, Roma
[#3] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Gentili dottori,
Vi ringrazio per avermi risposto ma io sono sicuro che precedentemente a questa estate non avevo alcun minimo sintomo di alopecia e questo è dimostrato che quando ad agosto mi tagliai i capelli corti corti non c'era alcuno spazio e la chioma era folta folta.
Ecco perchè ribadisco la stranezza del mio caso.
Comunque dove ci si rivolge per una dermatoscopia?
Grazie.
Distinti saluti
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La dermoscopia del cuoio capelluto assieme agli altri test non invasivi sono prodotti solo ed esclusivamente nella sede specialistica dermatologica.

Chieda preventivamente - se vorrà effettuare questi tests - se la sede prescelta li effettua di routine (nella stessa visita ad esempio)

cari saluti