Utente 159XXX
Esimio dott. Buon Anno .Mi scuso per il tempo che le faccio perdere,ma la prego di valutare l'opportunità di formularmi un suo onorevole parere. Mia moglie 73 anni da molti anni soffre di ipertensione. Assume regolarmente Cotareg da 160 mg. Isoptim da 40mg.( 3 al di perchè le è apparsa da qualche mese una eccessiva ritmia cardica 130battiti al minuto), Cardiospirina una alla sera.Ha eseguito,tra l'altro,Elettrocardiogramma,Cardiografia,Holter. Il cardiologo non ci ha allarmato,anzi ci ha detto di continuare la terapia e vivere tranquillamente.Il colesterolo spesso si attesta a 230,pur seguendo una dieta sana. Da qualche tempo,in modo saltuario, abbiamo notato che le caviglie sino al collo del piede le si gonfiano.Facendo pressione con il dito resta l'impronta incavata sulla stessa caviglia.Però quasi sempre al mattino le caviglie ritornano normali. Può cortesemente formularmi un suo pregiatissiomo parere,pur se informalmente. Spero tanto ad un suo consiglio anche sul piano farmacologico. La ringrazio infinitamente Augurndole un Buon 2010. Distinti Saluti Antonio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Caro Antonio da Catanzaro, lei scrive "Facendo pressione con il dito resta l'impronta incavata sulla stessa caviglia" e questo è importante. C'è evidentemente un problema di insufficienza di cuore, ma potrà essere messo a posto dal suo Cardiologo. Come lei capisce non posso darle consigli di terapia: solo chi l'ha visitata potrà farlo. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2006
Preg.mo dott. la< ringrazio infinitamente per la sua gentilezza,che di questi tempi difficile trovare specialmente.....Io a 72 anni ne ho visti di colori.La prego se mi senza impegno medico,se può indicarmi solo titolo informativo se esistono analisi o eccertamenti che potessero rilevare la causa di tale anomale gonfiore di caviglie,se pur saltuariamente. Dagli accertamenti che ha fatto mia moglie,sopra riportati, è possibile risalire alla presunta causa che provoca tale gonfiore. La prego.mi dia un consiglio più dettagiato. Io e mia moglie siamo due persone anziane e difronte a quello che dice un medico,non abbiamo la cultura a capirne i significati. Bisogna tacere e ubbidire. Grazie di nuovo. Distinti Saluti Antonio
[#3] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Vede, carissimo Antonio, io cerco di aiutarla con tutto me stesso, ma ho possibilità molto limitate. Cerco di capire al meglio, ma è solo visitando una persona che si può ottenere un risultato concreto. Dunque, la mia idea è che lei abbia una insufficienza di cuore, nel senso di diminuizione di forza della pompa. Diminuizione probabilmente notevole, e non da ora: è già da molto tempo che si è preparata questa situazione. Che può essere contrapposta con farmaci che danno più forza al cuore e con altri che ne diminuiscono il lavoro da fare: i diuretici in primo luogo. Poi occorre capire l'origine di tutto questo: la prima ipotesi e che tutto sia conseguenza della pressione mediamente alta per anni e anni. Poi bisognerebbe indagare se le coronarie siano compromesse. Come vede, io scrivo e scrivo, ma non si va avanti perchè è impossibile con questo mezzo. Vorrei fare di più per lei, ma non so proprio come. Un caro saluto a sua moglie e a lei.
[#4] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2006
Esimio dott.Grazie lei è una persona veramente buona e gentile.C'è nefossero tanti come lei,non si parlerebbe più di "malasanita". In merito a quanto lei mi dici ,dovrei parlare con il Cardiologo,"quando lo trovo!" in merito ad eventuale coronografia ? Solo queso tipo di esame non ha fatto, mia moglie. Ma come mai le caviglie si gonfiano non in modo continuativo,na saltuariamente. C'è una spigazione.Mi risponderà ? La ringrazio di cuore augurandole un Felice 2010. Antonio
[#5] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Prima di tutto grazie davvero per le sue patole gentili per me. Poi: lei evidentemente non può proporre al suo Medico la coronarografia: questo esame, che potrebbe aiutarci a capire le cause della sua insufficienza cardiaca e altro, può nascere, come proposta, solo dal Medico Cardiologo che si occupa di lei. Non dobbiamo drammatizzare, ma se non facciamo nulla la sua situazione "affonda" lentamente. Io non la conosco e non la incontrerò mai su questo mondo, ma questo non impedisce affatto che cerchi di aiutarla. Quindi: poichè secondo il mio parere lei ha una insufficienza di cuore importante, le cose da fare, secondo quallo che suggerisce il semplice buon senso, prima della scienza, sono due: capire le cause di questa situazione (e la coronarografia fa parte di questo) e poi fare la terapia giusta per riequilibrare la situazione. Tutto qui. le auguro di poter fare tutto nel modo migliore. Di sua moglie parleremo, se vorrà, in seguito.
Tanti cari saluti.
[#6] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2006
Carissimo dott. inutile dirle ancora grazie,grazie,infinite. Credo però che io non mi sia espresso in modo molto chiaro. In effetti il problema generale che le ho evidenziato è riferito a mia moglie,la mia vita di sempre,la donna che amo più della mia vita,insieme a miei figli. Se pur sono passati 40 anni di matrimonio.. Se si fosse trattato di me non mi sarei tanto preoccuopato,anche se i miei problemi sono tanti e di molteplici natura. Perchè non incontrarci "mai" ?. Mi pare che lei sia più pessimista di me,solo che io ho 72 anni,ma non pensi che io sia in preda in crisi di precoce seniliotà anzi.Basta cliccare sulla pagina web giusta per rintracciarla.Ma lei,carissimo dott.re, mi può consigliare un centro,cardiologico in Calabria,o il nominativo di un suo collega,nei dintorni ?. Mi perdoni per il tempo che le faccio perdere. Un cordiale e distinto saluto denso di tanta ,tanta stima. Antonio
[#7] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Purtroppo non conosco dove indirizzarla, e, mi creda, questo mezzo in ogni caso me lo impedirebbe. Non è mancanza di volontà di aiutarla, ma impossibilità. Intanto cerchi di controlare la diuresi, nelle 24 ore, misurando la quantità di urina in un apposito contenitore... Cari saluti.