Utente 142XXX
Salve.
Ho 22 anni e non ho problemi di salute. Ho avuto il primo, occasionale, rapporto sessuale a 20 anni. L'anno successivo ho avuto la possibilità di trascorrere tre giorni con una ragazza cui tenevo molto. A causa, credo di una certa ansia da prestazione (dovuta anche al fatto che lei aveva molta più esperienza di me) al primo tentativo ho "fatto cilecca" e nei successivi giorni ho spesso avuto difficoltà a raggiungere un'erezione tale da permettere la penetrazione.
Pochi mesi fa, con un'altra ragazza, ho nuovamente avuto delle difficoltà a raggiungere un'erezione completa, tali da impedirmi la penetrazione. Pochi giorni prima, invece l'avevo raggiunta senza problemi durante la masturbazione praticatami da lei stessa.
Di recente, dinanzi alle attenzioni manifestatemi da alcune regazze, mi sono mostrato evasivo per gli ovvi timori di ripetere queste brutte esperienze.
Preciso che nella masturbazione non ho mai avuto difficoltà a raggiungere l'erezione.
Vi ringrazie per l'attenzione che vorrete, eventualmente, concedermi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a questo punto,piuttosto che dileguarsi dinanzi alla possibilita' di avere un coito,basandosi su giustificati, ma non comprovati, motivi,credo che una visita presso un andrologo esperto sia necessaria.L'ansia da prestazione che,in questi casi,pervade particolarmente un giovane,puo' essere vinta con una diagnosi andrologica rigorosa che riporti il Paziente ad una valutazione oggettiva sulle proprie potenzialita' sessuali.Ne parli con il medico di famiglia.
Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta, seguirò certamente il suo consiglio. Solo un'ultima cosa: ritiene questi elementi sufficienti, o quasi, a ritenere principalmente psicologiche le cause di questo problema?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...senza una diagnosi andrologica non si può affermare la genesi psicogena di una disfunzione erettile.Cordialità.