Utente 903XXX
Mia madre ha il dotto di botallo pervio aperto(a imbuto) e ha 53 anni.
Nel 2002 ha tentato la chiusura a Citadella di Padova per via arteriosa
inguinale, ma non ci sono riusciti per la forma ad "imbuto" di questo, è il
caso di ritentare? e dove?
Dopo un possibile intervento favorevole,quali sarebbero i benefici se ce ne
saranno?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Pugliese
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
se avevano deciso di chiuderlola prima volta evidentemente era sintomatico e se ne ravvisava la necessità.. perchè avete aspettato 7 anni per riprenderein considerazione l'intervento? tuttavia la sua chiusura evita,nel caso sta dando problemi, che gli stessi possano peggiorare. percui è preventivo per lo sviluppo di ipertensione polmonare e di cianosi periferica.. in conclusione bisogna capire se è sintomatico o asintomatico attualmente..
[#2] dopo  
Utente 903XXX

Iscritto dal 2008
Perchè il chirurgo curante nn riuscì nell'operazione a causa della particolare forma a imbuto del dotto.
Inoltre i tentativi che il chirurgo ha fatto, il giorno dell'operazione sono stati tanti, e a mia madre stava salendo troppo la pressione.
Non credo sia una buona cosa tentare e ritentare perchè poi il dotto potrebbe allargarsi ulteriormente o sbaglio??
Quali sono le migliori strutture in Italia,meglio se nel nord-est, per interventi al dotto particolarmente difficili?
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Pugliese
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
se non ci si riesce per via endoscopica c'è sempre la via chirurgica.. e in qualsiasi ospedale che ci sia la cardiochirurgia sono in grado di farlo.
[#4] dopo  
Utente 903XXX

Iscritto dal 2008
si, ma siccome è un intervento rischioso preferei che l'intervento fosse fatto per cia endoscopica.
E soprattutto affidarmi alle migliori strutture presenti qui nel nord-est..o in Italia se molto valide
può consigliarmi nessuno?
grazie cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Pugliese
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
non è un intervento molto rischioso percui il primo che mi viene in mente da quelle parti è padova o treviso..