Utente 140XXX
Salve, volevo sapere se è legittimo che ilo mio datore di lavoro, a seguito di infortunio sul lavoro mi sospenda dal servizio senza retribuzione per tre mesi dopo la visita del medico competente che mi ha giudicato inidoneo teporaneo, da premetter che non ho inviato nessun ceritficato medico personale poichè il mio meico non mi voleva prescrivere 3 mesi di malattia, così mi sono rivolto ad un legale che li ha diffidati ma nulla.
Alla scadenda della inidoneità il medico competente mi dice telef. che se senon ancora malato mi devo mettere in malattia.
Io ho un ernai l5 s1 sx, e secondo lui devo stare acora a casa malato pur di cambiarmi la mansione, visto che limitazioni non ce ne sono pichè lavoro al 118 e quindi faccio dei sollevamenti almeno 50KG a testa più torsioni, lavoro in emergenza, quindi!
Ora chiedo, il datore mi doveva pagare comunque? è legittima la sospensione non retribuita?
Mi può cambiare la mansione?
Il medico competente può dire di mettermi in malattia ancora invece di trovare una soluzione e utlizzarmi?
Aspetto con tanta ansia una risposta.
grazie a tutti.
[#1] dopo  
Dr.ssa Susanna Borriero
24% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
il medico competente è tenuto esclusivamente ad esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica. Il datore di lavoro nel caso di inidoneità temporanea o permanente è obbligato a reperire una mansione compatibile con il suo stato di salute. Il problema quindi si pone solo nel caso il suo datore di lavoro non abbia alcuna mansione alternativa anche con qualifica inferiore.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Salve dott.ssa, grazie per la risposta, nel mio lavoro ci sono altre mansioni, ma secondo il datore di lavoro non è obbligatorio, prima deve essere espresso il parere di inidoneità permanente e poi si vedrà.
Il medico competente con un ernia l5s1 mi ha consigliato di continuare la malattia, tra l'altro il datore non mi retribuisce da 3 mesi perchè inidoneo temporaneo,e perchè non inviato il certificato di tre mesi, ma mi chiedo, si ho l'ernia uscita forse per il lavoro usurante, riconosciuta dall'INAIL, ma in questo momento non ho più dolore ma non l'ernia, non capisco perchè a tutti i costi devo rientrare operativo nel 118 o resto in malattia, questo per non cambiarmi la mansione, forse perchè sono un sindacalista e da sempre sono stato contrario al mio datore?
Cortesemente potete fornirmi qualche dettame di legge che vada a contrastare il datore o il medico comp. che non mi vogliono cambiare la mansione? limitazioni non possono essere prescritte perchè nel 118 operativo l'emergenza e i sollevamenti sono quotidiani.
Salve e grazie.