Utente 143XXX
Salve,sono un ragazzo di 23 anni.Ho sempre condotto uno stile d vita sano e sportivo,da quattro anni lavoro (Settore grafico,a contatto con solventi chimici e con costanti sforzi fisici).Qualche tempo fa (Ottobre) ho avuto strani sintomi.Dolore al torace in diversi punti (Clavicola,zona dello sterno,parte dx del torace)e uno strano formicolio al braccio sx.Preoccupato mi sono recato al pronto soccorso dove sono stato sottoposto ad ECG, esami del sangue e radiografie al torace.Ogni esame ha dato esito negativo, tutti i valori erano nella norma e nel giro di qualche giorno i dolori sono passati.La responsabilità è stata attrubuita all'attività fisica che svolgo (arti marziali) e catalogata come una semplice toracoalgia.Da qualche giorno ad oggi i sintomi soni comparsi nuovamente e con loro la mia preoccupazione,in quanto sono accompagnati da frequenti aritmie,più volte in una giornata (aritmie simili in passato le ho avuto ma molto rare e distanti tra loro)seguite da una sensazione di panico e battito cardiaco accellerato e un leggero senso di spossatezza.Ho consultato il mio medico curante che ha collegato i fenomeni ad un mio stato di stress ed ansia, consigliandomi della valeriana ed un ritmo di vita meno forzato e ansioso.Ammetto di essere una persona ansiosa che tende a preoccuparsi per problemi minimi,xò questi casi di aritmia, ecc. mi preoccupano come non mai.Per questo mi rivolgo a voi, per sapere se sono consigliati accertamenti o se la diagnosi del mio medico può essere attendibile (ho fiducia in lui ma una voce in più mi farebbe star più tranquillo)
Ringrazio per la disponibilità e mi scuso per la prolissità del consulto,
cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
sebbene l'ipotesi ansiosa rimanga quella più probabile, se vuole giustamente approfondire gli esami, le consiglio di effettuare un Holter ECG ed un test da sforzo, nonchè un prelievo venoso per una corretta valutazione della funzionalità tiroidea.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
Mi permetto di abusare ancora della sua disponibilità.
l'altro ieri mentre lavoravo ho avvertito il solito dolore al petto,questa volta localizzato nella zone centrale.Mi ha preso una certa ansia perchè faticavo a respirare e avvertivo una sorta di oppressione alla cassa toracica e formicolio al braccio sx dal gomito alla punta delle dita,oltre alle consuete extrasistoli.
Mi sono recato al prontosoccorso,ho ripetuto gli esami del precedente caso.Anche se i parametri mi hanno riferito essere negativi le riporto i risultati:
Press max:130 min:70; FC:84; Satur.Ossig.:99
Esame obbiettivo: Att.cardiaca ritmica.Non rumori patologici al torace.Circolo in compenso.Polsi periferici normosfigmici.Eupnoico.
Esame del sangue negativo eccetto glicemia 102 umol/L (3.3-5.5); Creatinina 102 umol/L (40-100);
P-Troponina I <0.04 ug/L <0.25
Livello decisionale ECS/ACC, da valutare nel contesto clinico complessivo.
Il mio medico è più che convinto che si tratti di una mia forma di stress e ansia.
Ho prenotato un holter per il mese prossimo.
Le chiedo se a suo parere lo stress che posso avere dia dei simili scompensi,cosi debilitanti e marcati.Sono continuamente in ansia per paura di una nuova "crisi" e la notte inpiego ore a dormire.
Mi scuso di nuovo per l'insistenza e ringrazio per la disponibilità.