Utente 768XXX
Salve, Dopo visita medica effettuata dal mio medico di base per una eccessiva sensibilità al pene, sono stato mandato a svolgere un consulto sessuologico tutt'ora in corso,( ho già scritto di questo in un post precedente).
Già in passato sono stato da un andrologo per lo stesso problema, che avevo risolto con crema Emla.
Ora il problema è ricomparso, tengo a precisare che ci sono momenti in cui ho rapporti bellissimi e riesco a durare fino alla fine, e altri come l'ultimo, che mi basta uno sfioro che sento già le contrazioni che precedono la fuoriuscita dello sperma....(per dirla breve e schietta..mentre io masturbavo lei.... lei teneva il mio pene sulla sua mano e dovevo dirgli di non muoversi, altrimenti sarei venuto all'istante).....
Ora il mio sessuologo ha iniziato da subito una terapia per modulare la mia eccitazione, e che posso modulare la mia eccitazione senza mai arrivare al picco massimo...... bene... il problema è che sento, a volte, una sensazione di leggero prurito all'interno del pene ed è quello che mi innesca l'eiaculazione.
Sono 8 visite che ho fatto con lui, ed è convinto che sia una cosa psicologica.....Io ad essere sincero preferirei fare degli esami clinici...in realtà gli ho già fatti...come testosterone, Glicemia e per vedere se ho cistite, e sono risultati nella norma.... So che ne esistono degli altri....Quello che dico io è non è meglio fare prima tutti gli esami clinici possibili per il mio problema??...e dopo iniziare un consulto psicosessuologico?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

lette le cose da lei scritte, le ricordo che le strategie diagnostiche e terapeutiche in presenza di un problema sessuale come il suo possono essere diverse.

In alcuni casi si può procedere in modo combinato ed articolato, mentre si cerca di arrivare ad escludere un problema organico si può iniziare ed approfondire anche le varie componenti funzionali e psicologiche che sempre sono presenti in queste complesse situazioni cliniche.

Si cerchi a questo punto un esperto andrologo, se non ancora trovato, e segua le indicazioni cliniche che riceverà in diretta.

Un cordiale saluto.